Ho paura che il mio cane sia gay. Cosa faccio?

Home/Articoli/Comportamento/Ho paura che il mio cane sia gay. Cosa faccio?

Ho paura che il mio cane sia gay. Cosa faccio?

Sei curioso di sapere come riconoscere un cane omosessuale? Facile! Basta portarlo ad un gay pride e vedere se salta in maniera più femminile! Normalmente in queste occasioni i cani non riescono a nascondere al proprietario la propria tendenza. Attento però! Spesso capita che i proprietari non tornino dalla manifestazione come prima!

E’ evidente che questa sopra riportata sia una facezia, esattamente come pensare che un cane gay. Sfatiamo quindi subito questo falso mito: i cani gay non esistono. Quella che – erroneamente – viene attribuita come tendenza sessuale, è una errata interpretazione di un comportamento da parte del proprietario.

Vediamo allora quali sono i comportamenti che più di frequente causano questo fraintendimento.

il cucciolo che monta

E’ uno dei primi errori nei quali comunemente cade un proprietario poco scafato.

Porta il cane in giro e magari ha la fortuna di incontrare qualche altro cane. Dopo i primi “approcci” capita che uno dei due cuccioli tenti di montare l’altro.

Contrariamente a quanto si possa credere questo atteggiamento da parte del cane va interpretato come un gioco, che serve loro sia per socializzare che per per imparare un comportamento che utilizzeranno in futuro.

il cucciolo (o il cane adulto) che monta una persona

Tipicamente avviene durante una serata con amici, quando tutti sono intenti a sorseggiare del vino. Inaspettatamente il cane – che neanche a dirlo non lo ha mai fatto prima – inizia a strofinarsi sulla gamba di qualcuno. Come mai? Che cosa è cambiato nell’ambiente che lo ha spinto a questo gesto?

E’ mai possibile che abbia avuto la folgorazione e, oltre ad essere gay, è anche attratto da una specie animale diversa? Niente affatto.

Molto più semplicemente si è eccitato da odori, persone e eccitazione che sente attorno. ha bisogno di scaricare tensione nervosae per farlo agisce in questo modo.

il cane che NON monta la femmina

E’ un altro classico. Si fanno incontrare due cani allo scopo di avere dei cuccioli. Ed ecco che il maschio, che fino ad allora ha sempre fatto il galletto, non si avvicina alla femmina.

Per quanto possa sembrare strano è anche questo un caso abbastanza frequente che non va imputato ad omosessualità. Più semplicemente il cane necessita di tempo per fare le sue “avances” alla femmina oppure non le fa poichè non è stato correttamente socializzato ai suoi cospecifici.

In entrambi i casi non è gay, semplicemente il padrone sta interpretando erroneamente il suo comportamento.

In linea di massima il cane, messo a contatto con una femmina in calore, la monterà in poco tempo, ma attendersi che sia un’azione immediata è sbagliato.

Ti potrebbero interessare

Rating: 0

Scrivi la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.