Incroci tra le razze: aumentano i cani sofferenti

Home/Posts/News/Incroci tra le razze: aumentano i cani sofferenti

Incroci tra le razze: aumentano i cani sofferenti

In questi giorni sta facendosi largo il “mea culpa” di Wally Connor, il 90enne che – nel 1989 – decise di creare un incrocio tra un Labrador Retriever ed un Barboncino. Nonostante i motivi fossero encomiabili (voleva creare un cane guida che non perdesse pelo per favorire una donna il cui marito era allergico) l’incrocio ottenuto – che lui ha chiamato Labradoodle – si è tramutato in un vero e proprio cataclisma per i poveri quattro zampe.

Adesso, dopo anni, Connor si è reso conto che la cinofilia è una cosa seria. I labradoodle che sono nati in seguito hanno manifestato difetti comuni ad entrambe le razze, come la displasia dell’anca o problemi di vista. Inoltre, seguendo il suo esempio, altri pseudo-professionisti hanno iniziato ad incrociare cani senza una ragione o un metodo, con il solo fine di speculare.

I risultati che stiamo vedendo, e che erano non prevedibili ma certi, sono sotto gli occhi di tutti. I nuovi Frankenstein a quattro zampe hanno:

  • problemi fisici ereditari
  • problemi comportamentali

oltre ad altri problemi che scopriremo con il tempo, quando i futuri accoppiamenti faranno emergere tare ereditarie che non sono prevedibili.

La selezione non è un incrocio!

Iniziamo con il chiarire una cosa fondamentale: incroci e selezione sono due cose diverse!

La selezione della razza è una cosa seria, che viene effettuata da allevatori con anni di esperienza! Lo scopo della selezione della razze è quella di rendere il cane migliore, più equilibrato e forte, senza stravolgerne l’aspetto.

L’incrocio non è altro che un accoppiamento senza senso tra due cani di razze diverse, non necessariamente compatibili, dei quali quasi certamente non si conosce l’origine.

Un esempio? La foto di fianco ritrae un Horgi, dato dall’accoppiamento di un Corgi ed un Husky. Un accoppiamento che punta a creare un cane con dei colori caratteristici dell’Husky e la stazza del Corgi. Morfologicamente una bestemmia, fatta senza alcun senso.

Perchè gli incroci?

Se gli incroci tra le razze sono degli accoppiamenti senza senso fatti da un cagnaro qualunque, perchè prendono tanto piede? perchè lanciarsi in un’impresa il cui risultato sarà un cane dalla natura squilibrata, malata o aggressiva?

La risposta è quanto di più semplice ci sia: per soldi! Un allevatore serio vende i propri esemplari e ne garantisce l’origine, la forma fisica e mentale. Un cagnaro non può confrontare un proprio cucciolo con quello proveniente da un allevamento, mentre non ha confronti se la razza non esiste!

Una persona che propone una razza non riconosciuta dall’ENCI (o dagli altri organi di controllo), senza uno standard, senza una storia, sta in pratica vendendo un esemplare unico che non conosce.

Che senso ha acquistare un cane simile?

Ad oggi il solo ENCI riconosce 187 razze. E’ mai possibile che una persona non trovi, tra queste, un cane che piaccia? vale la pena fare nuovi incroci tra le razze? a che scopo?

La domanda che ci si fa spesso è: avrà un mercato? vale la pena realizzarlo?

Purtroppo in una società talmente poco istruita che deve ancora combattere con l’abbandono o il combattimento tra animali, che è costretta a bloccare il traffico di animali è quasi certo vedere la proliferazione di nuove razze che vengono create (ed acquistate) per moda, per distinguersi dagli altri.

Non ci si sofferma a pensare che quella razza la mettiamo in contatto con i nostri familiari, con altre persone o altri animali, e potrebbe assumere dei comportamenti pericolosi e portare malattie che causano l’invalidità dell’animale stesso.

Qui non parliamo dell’importanza del pedigree o delle garanzie che fornisce a chi acquista, ma del rischio di creare degli incroci tra le razze che con l’andar del tempo si riveleranno cani sofferenti, malati, che nessuno vuole perchè “passati di moda”.

Per piacere: non li acquistate!

Si parla tanto della diatriba tra i cani preso in canile e quelli provenienti da un allevamento, ed ancora adesso esistono fazioni modello stadio.

Inserire una nuova variabile è pericoloso, in primis per il cane. Chiedetevi un attimo:

  • cosa succede ai cuccioli che non soddisfano i parametri estetici che si vogliono raggiungere?
  • sono certo che questo cane sia sano? che non mi presenti il conto un giorno e che mi costringa a spendere per farmaci e operazioni?
  • sarà un cane equilibrato? o sto portando in casa un cane che potrebbe aggredire i miei bambini?
  • cosa succederà quando sarà passata la moda?
  • a chi sto dando il mio denaro?

Questo solo per farsi alcune domande! Voi che ne pensate? prendereste un cane del genere? e perchè?

ALCUNI ESEMPI DI INCROCIO

Rating: 0

Scrivi la tua recensione

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.

Loading cart ...