Aumentano i furti di cani!

Home/Articoli/News/Aumentano i furti di cani!

Aumentano i furti di cani!

Mi sono spesso chiesto come si facesse a perdere un cane, ed ogni volta che mi sono trovato a leggere un annuncio del tipo “Perso in zona xyz, offro ricompensa” ho sempre storto il naso.

Perchè questo atteggiamento? Forse perchè ho sempre dubitato dell’incuria di un cinofilo. Chi ha un cane si prodiga affinchè viva bene e lontano dai pericoli, figuriamoci se potrebbero perderlo.

Eppure sembra che le sparizioni di quattro zampe siano in crescita costante. Pertanto, partendo dal presupposto che solo una minima parte degli smarrimenti sia reale, quale alternativa resta? Una delle peggiori: il furto di cani!

100 cani rubati al giorno

Le ultime stime parlano di 100 cani rubati al giorno, non solo per strada ma anche all’interno delle abitazioni. Secondo l’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) le razze più colpite sono le piccole e medie, in testa Chihuahua ed a seguire Bassotti e altri cani di piccola taglia, anche se ultimamente sono incrementate le sparizioni di cani più “presenti” come i Rottweiler, i Pastori Tedeschi e gli Amstaff.

Tutte razze che vengono cattturate per incrementare la riproduzione e la vendita dei cuccioli attraverso canali meno controllati, in particolare per quel che concerne le razze più piccole.

Le zone a rischio

Purtroppo i furti non vengono perpetrati solo in cane, ma spesso anche per strada, in parte anche grazie alla leggerezza dei proprietari.

I luoghi dove più facilmente vengono lasciati incustoditi gli amici a quattro zampe sono spesso presi di mira da vere e proprie bande di ladri, che attendono che il padrone lasci il proprio amico legato per sbrigare una commissione per agire. Parliamo dell’esterno dei supermercati, delle farmacie e di altri locali che non vedono spesso di buon occhio l’ingresso di un cane.

Basta poco, una distrazione, e il cane viene velocemente liberato dal collare e portato via.

Purtroppo però anche le aree cani non sono esenti da problemi simili. Spesso capita che qualche sconosciuto, magari con un cane, si avvicin per scambiare quattro chiacchiere, e così facendo raccolga informazioni preziose sul vostro cucciolo, come la provenienza, lo stato di salute, se è sterilizzato o meno. Una volta individuata la vittima i metodi per sottrarla sono svariati, e variano dai più delicati (distraendo il padrone) a quelli più aggressivi.

Come difendersi

Appare evidente che siano diversi i metodi di difesa da adottare per scoraggiare i maleintenzionati.

La prima – e più evidente – attenzione da tenere presente è che il cane non deve mai essere lasciato solo, neanche per pochi minuti.

Avere una pettorina o un collare che siano difficilmente sfilabili è un altro elemento che disincentiva possibili ladri.

Oltre a questo valutate sempre bene cosa dite e a chi lo dite. Spesso si forniscono informazioni, specie in aree cani, non necessarie e potenzialmente pericolose. Se ad esempio dite che il vostro cane è un campione riproduttore, un campione di bellezza ecc. di certo state facendo una bella pubblicità al vostro amico (e a voi stessi) ma allo stesso tempo lo mettete a rischio. Viceversa dire che è stato sterilizzato è un ottimo modo per disincentivare alcuni malintenzionati.

Ti potrebbero interessare

Rating: 0

Scrivi la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.