Estate: scopri cosa fare dopo il bagno a mare

Home/Articoli/News/Estate: scopri cosa fare dopo il bagno a mare

Estate: scopri cosa fare dopo il bagno a mare

Estate! Tempo di relax, di viaggi, di scoperte.

Forti di uno dei mari più belli che esistano sono milioni gli italiani che si spostano durante i mesi estivi alla volta delle località balneari. E una volta arrivati la prima cosa da fare è un bel tuffo a mare.

Se siete stati previdenti avete cercato uno stabilimento balneare che accettasse anche il vstro amico a quattro zampe sul nostro sito, e probabilmente vi siete preparati a quelli che sono gli sport acquatici da poter fare con fido.

Ma, una volta fatto il bagno, sapete cosa fare? Lasciate che il vostro amico si asciughi da solo? Lo lavate? O non vi siete mai neanche posti il problema?

Perchè lavare il cane dopo il bagno a mare?

Quasi tutti si concentrano sul come far entrare il cane a mare. Una volta che il nostro amico sguazza felice ci si dimentica che, prima o dopo, dovrà uscire.

L’acqua di mare va risciacquata perchè può infeltrire il pelo, causare irritazioni e dermatiti (specie quando si secca e il sale resta a contatto della pelle), nonchè secchezza della pelle.

Inoltre se il cane ha il pelo lungo (ed un fitto sottopelo) è possibile l’insorgere di funghi.

Infine fare il bagno dopo essere stato a mare è anche un modo per prevenire altri problemi che potrebbero essere causati dagli insetti presenti nella sabbia che, una volta venuti a contatto con il vostro amico, decidano che è una sistemazione migliore della battigia.

Come lavare il cane dopo il bagno a mare

Stabilito che il cane va lavato con acqua dolce dopo aver fatto il bagno a mare vediamo quali sono i metodi più semplici e veloci.

Il modello kamikaze: consiste nel portare il cane con voi alle docce e infilarlo sotto l’acqua, preferibilmente con il guinzaglio così che non fugga via.

Il modello trincea: servitevi di una bottiglia di acqua dolce per riscaiacquare il vostro amico, facendo attenzione alle zampe dove può restare della sabbia che,a lungo andare, potrebbe causare lacerazioni.

Il modello coccola: potete sfruttare delle salviette umidificate ad hoc per il cane d un panno detergente (anch’esso specifico).

Asciugare asciugare asciugare

Altrettanto importante è asciugare il vostro amico dopo averlo lavato, in particolare in zone sensibili come le orecchie e le zampe.

Non è raro che un cane sviluppi un’otite perchè non si è asciugato abbastanza bene le orecchie, così come dei funghi se il sottopelo non si è asciugato a sufficienza.Lo stesso dicasi per il raffreddore, e in caso di cani anziani problemi articolari.

Per asciugare al meglio il vostro amico peloso esistono dei teli in microfibra per cani, o in alternativa potete servirvi di teli di spugna.

Ti potrebbero interessare

Rating: 0

Scrivi la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.