La pettorina: pro e contro

Home/Articoli/News, Prima di prendere un cane/La pettorina: pro e contro

La pettorina: pro e contro

Dal momento che abbiamo parlato del collare è giusto dare altrettanto spazio anche alla pettorina.

Vale – ovviamente – lo stesso discorso che abbiamo fatto in precedenza per il collare; non mi interessa determinare quale sia migliore o meno, ma solo fornire a tutti degli elementi che permettano un acquisto sereno e motivato. Quindi se vi aspettate qualcosa sul modello “Pettorina o collare: quale scegliere” mi dispiace ma non la troverete.

La pettorina in generale

Al pari del collare la pettorina è uno strumento che ci permette di andare a spasso con il nostro amico a quattro zampe e di dargli delle indicazioni precise su cosa fare, dove dirigersi ecc.

Al pari dei collari può essere realizzata in materiali diversi, anche se la tendenza è quella di prediligere il tessuto tecnico. Viene utilizzata spesso da coloro che hanno dei cani di una certa stazza perchè sono munite di una maniglia sul dorso del cane che consente di trattenerlo più comodamente rispetto ad un collare.

In linea di principio la pettorina viene utilizzata da coloro che hanno cani con problemi respiratori, ai quali l’uso del collare è ampiamente sconsigliato. Inoltre, al pari del collare a strozzo, è praticamente impossibile per un cane toglierla.

Oltre a questa tipologia spesso la pettorina viene adottata come una sorta di “anti-traino” per quei cani che hanno la tendenza a “portare a spasso” il padrone. In questo ultimo caso – lo abbiamo detto ma è bene ribadirlo – la pettorina o il guinzaglio non hanno alcun peso nell’educazione del cane. Non è lo strumento a determinare l’educazione del vostro amico a quattro zampe, ma voi stessi. Quindi se state ipotizzando l’acquisto di una pettorina per insegnare al vostro cane a non tirare vi esorto a lasciar perdere e concentrarvi su come educare il cane alla passeggiata.

Detto questo, esistono in commercio parecchie pettorine, con forme diverse che si adattano ad esigenze distinte.

La pettorina ad H

E’ una delle pettorine più diffuse, e si chiama in questo modo per la forma che ha. Infatti, come si evince facilmente dalla foto, ha un profilo che ricorda chiaramente una lettere H ed è composta da due strisce di tessuto unite sulla parte superiore da una terza striscia. L’aggancio per il guinzaglio è normalmente posizionato nella parte inferiore della striscia di raccordo.

La pettorina ad H si indossa posizionando una delle due circonferenze all’altezza del collo e l’altra all’altezza del tronco.

I vantaggi e svantaggi della pettorina ad H

Visto come si indossa è evidente che il vantaggio principale di questa pettorina è quello di lasciare liberi i gomiti e le scapole del cane. Inoltre, per quanto il cane possa tirare, la forza viene scaricata in punti vicini al tronco. Infine, ma non per questo meno importante, è molto comoda per il cane, che si sente più libero ed a suo agio.

Lo svantaggio principale di questo tipo di pettorina è il tempo che si impiega per farla indossare. Inoltre, se il cane non è educato, inizierà a tirare più del solito proprio perchè “non sente” alcun impedimento o fastidio, scaricando in questo modo tutta la sua energia nel tentativo di trainarvi in giro.

La pettorina ad X

Questa pettorina, detta anche scapolare, viene indossata dal cane sotto il collo e le scapole. Di conseguenza lo spazio sul quale scarica la pressione è molto limitato, e rappresenta una zona particolarmente sensibile per il cane: le scapole.

I vantaggi e gli svantaggi della pettorina ad X

Il vantaggio nell’uso di questa pettorina è estremamente limitato, e si riconduce alla semplicità nel farla indossare.

Lo svantaggio principale di questo tipo di pettorina è la zona in cui si aggancia. A lungo andare il cane tenderà ad aprire i gomiti, influendo immediatamente sulla postura e, a medio/lungo termine, sulle articolazioni. Oltre a ciò ha l’ulteriore problema che, avendo uno dei due lacci sotto le ascelle, strappa il pelo del nostro amico peloso, oltre a sollecitare le ghiandole che sono lì presenti.

La pettorina ad Y (svedese)

La pettorina svedese è composta da due circonferenze; una cinge il cane all’altezza della pancia ed una del petto. Il gancio per il guinzaglio è posizionato in modo da far scaricare la forza (quando tiriamo) sul petto del nostro amico a quattro zampe, una zona molto più sicura e di minore impatto fisico.

I vantaggi e gli svantaggi della pettorina ad Y

Il vantaggio più evidente è nella facilità di inserimento della pettorina. Una volta inserito il primo pezzo (come fosse un collare) il secondo va agganciato con due clip. Inoltre il gancio è posizionato in una zona normalmente adatta a dare indicazioni al cane su cosa desideriamo faccia.

Lo svantaggio principale di questa pettorina è che il cane potrebbe sganciarsi.

Ti potrebbero interessare

Rating: 0
  1. Dany 12/06/2018

    Ho scelto la pettorina svedese per il mio cane e sono molto soddisfatta. E’ molto più gestibile di quella ad x e più facile da far indossare all’inizio per un cane non abituato per nulla. Ottimo articolo!

Scrivi la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.