Cosa è meglio: il cane maschio o femmina?

Home/Articoli/Prima di prendere un cane/Cosa è meglio: il cane maschio o femmina?

Cosa è meglio: il cane maschio o femmina?

E’ uno dei dilemmi che più spesso vengono sollevati in fase di acquisto: meglio il cane maschio o la femmina? Quale da meno problemi? Quale è più semplice da educare?

Anche senza andare tanto nello specifico la domanda che si pone il novello acquirente è: quale dei due prendo? e per quale motivo?

Lo abbiamo già detto in precedenza, ma è sempre bene ribadirlo: ogni cane ha un carattere diverso. Di conseguenza prima di chiedersi se sia preferibile scegliere il maschio o la femmina sarebbe bene valutare la razza che più si adatta alle nostre esigenze, al nostro stile di vita e all’ambiente nel quale verrà a trovarsi.

Una volta individuata la razza avremo un buon punto di partenza. Infatti, nonostante la razza abbia delle sue peculiarità (che normalmente l’allevatore serio tenta di mantenere), ci metteremo al riparo da “sorprese” inattese.

Stabilito quindi che, più che il sesso, ciò che conta determinare è la razza, vediamo adesso quali sono i pro ed i contro di entrambi i sessi.

Maschio: pro e contro

Il cane maschio rappresenta una scelta consapevole e, in alcuni casi, anche un po’ spavalda.

Rappresenta infatti una sfida visto che va educato affinchè non litighi con i suoi simili, non manifesti aggressività, capisca quale è il suo posto all’interno del nucleo familiare.

Nella vita in appartamento tende a marcare il territorio, quindi l’educazione di base (in primis a fare i bisogni fuori casa) va impartita subito.

Femmina: pro e contro

La femmina è normalmente più docile rispetto al maschio; specie in una famiglia con bambini è suggerita perchè tende ad essere più paziente e meno aggressiva.

Inoltre, al contrario del maschio, non marca il territorio così spesso. Permette quindi dei tempi più lenti per l’educazione.

Tutti benefit quindi? Molti! Ma non proprio esente da piccole seccature. Nel caso della femmina infatti il problema più frequente è quello delle perdite ematiche (più o meno forti) durante il calore.

A parte questo, specie se non sterilizzata, una passeggiata può tramutarsi in una vera e propria odissea, senza contare che nel caso doveste perderla di vista vi troverete a gestire una cucciolata.

Insomma, come per quasi tutto non esiste una risposta univoca.

In molti prediligono il maschio perchè non dovranno preoccuparsi di eventuali cucciolate, altri la femmina per il carattere più docile.

Quale che sia la vostra scelta ricordate che ogni cane ha un carattere proprio, per cui potreste trovarvi con una cucciolata con una femmina cattiva ed aggressiva ed un maschio remissivo.

Ti potrebbero interessare

Rating: 0

Scrivi la tua recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro che questa recensione è frutto della mia esperienza e che rappresenta la mia opinione autentica su questo servizio; dichiaro altresì di non avere relazioni personali o professionali con tale azienda e che non mi sono stati offerti incentivi o pagamenti per scrivere la presente recensione. Sono consapevole che Io e il mio cane attua una politica di tolleranza zero per le recensioni mendaci.

Per piacere, accetta il disclaimer per poter proseguire.