In offerta!

Lezione di prova

10.00 1.00

Venduto da

Il tuo cane ti fa impazzire ma non sai a chi rivolgerti?

Una persona poco competente rischia di causare più danni che altro. Perchè rischiare?

Vieni a provare una lezione gratuita dove potremo:

  • Studiare il tuo cane (per capirne l’indole, lo stato di crescita mentale e le attitudini)
  • Determinare il vostro affiatamento
  • Definire insieme un percorso

Una volta che ci saremo conosciuti potrai decidere se darci fiducia o meno.

Categorie: ,

Descrizione

Descrizione

La nostra educazione del cane è costituita da tre fasi:

Prima fase

Il primo obiettivo è lo sviluppo delle competenze adattative del cane, vale a dire le capacità di integrarsi nell’ambiente di vita, di inserirsi positivamente nelle dinamiche sociali e relazionali.

Si parla di adeguato contesto, quello che evita al cane da una parte sensibilizzazioni, stress, conflittualità, o difficoltà adattative e dall’altra frustrazioni, inquietudini, noia, ovvero difficoltà di gratificazione.

Questo lavoro che viene indirizzato dalla mamma alla nascita, quando il cucciolo va in adozione, ha ancora bisogno di un azione educativa e sarà cura del proprietario impartirla.

Nel modo migliore, non con la testa e la mente di un uomo, proviamo a ragionare da mamma cane. L’integrazione nel gruppo umano ed il fissaggio dei connotati caratteriali.

Le proprietà necessarie sono: una buona dose di equilibrio, una tendenza alla riflessività, calma ed autorità, in modo tale che il cane non presenti paure o diffidenza nei confronti degli estranei, sia verso l’uomo che con gli altri cani e sappia stare bene in situazioni di affollamento.

Nei primi mesi di vita, occorre far conoscere al proprio cucciolo più cose possibili e fargliele incontrare attraverso emozioni positive e con esercizi che educano.

Seconda fase

Avendo già un amico che ci capisce e riesce a comunicare con noi, passiamo ai comandi base, (piede, seduto, terra, resta), tali comandi devono essere parti integranti della vita.

Li utilizziamo costantemente nella giornata, risultando così, per lui, gesti naturali che ci permetteranno di viverci meglio, in casa ed in qualsiasi occasione.

Infine gli faremo affrontare gli ostacoli, non per la comune agility, ma solo per rafforzare il suo carattere ed affrontare eventuali paure e difficoltà, anche in questo caso imparando a fidarsi di voi, ormai “capobranco” saldo e leale.

Gli ostacoli sono: il salto, la palizzata, il passaggio su ponte alto e su ponte stretto, ruota ed altre difficoltà.

Terza fase

Rispettando le caratteristiche di razza, l’educazione al morso. Quante volte ho sentito dire se il cane viene stimolato a mordere una manica diventa cattivo. Notizia ingiustificata e falsa, il cane deve imparare a mordere perchè: deve dare sfogo al suo istinto, facendolo in modo predatorio come gioco, ed assolutamente mai come autodifesa.

Saper gestire la sua rabbia ed il suo istinto lasciando la preda a comando e prenderla a comando. Reprimendo ed eliminando completamente l’imprevedibilità di una aggressione fatta dal cane senza nostro consenso, ed eventualmente essere in grado di spegnere e reprimere immediatamente un eventuale reazione con un semplice “stop”.

Avremo così la possibilità di interpretare il nostro amico, anticipare i suoi atteggiamenti, riuscire con uno sguardo a capire se nervoso o tranquillo, potendolo indirizzare nella strada da noi indicata.

Le tre fasi sopra descritte rappresentano la competenza e la passione con cui l’allevamento cane corso roma “I Corsi Del Greppo” cresce ed educa i suoi soggetti.

Informazioni addizionali

Informazioni aggiuntive

Età del cane

, , ,

Grandezza del cane

, , , ,

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lezione di prova”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre offerte

Non ci sono più offerte per questo prodotto!

Richieste

Domande di carattere generale

Non ci sono ancora richieste.

ADV