LE ORIGINI

Gli antenati degli Australian Silky Terrier includono lo Yorkshire Terrier e l’Australian Terrier (che discende dai terrier a pelo ruvido portati dalla Gran Bretagna all’Australia nel 19 ° secolo); alcune notizie storiche indicano che probabilmente i primi Silky non erano altro che dei terrier australiani nati casualmente con pelo setoso, altri studiosi riportano invece un vero e proprio tentativo di creare una razza nuova.

Secondo l’American Kennel Club, la selezione di questa razza è iniziata alla fine del 19 ° secolo.

Al contrario di altre razze australiane (create principalmente per il lavoro) il Silky Terrier invece era stato selezionato per essere un animale da compagnia.

Fino fino al 1929 l’Australian Terrier, l’Australian Silky Terrier, e lo Yorkshire Terrier non erano chiaramente definiti.

Durante e dopo la seconda guerra mondiale, militari americani che erano stati di stanza in Australia portarono negli Stati Uniti un paio di Silky Terrier, a cui seguirono, grazie ad una enorme pubblicità fatta dai giornali del tempo, altri centinaia di Silkies, dando così vità ad un allevamento americano molto importante.

L’American Kennel Club riconobbe la razza nel 1959, e subito dopo anche il Canadian Kennel Club.

Il Carattere

E’ un cane molto vivace e giocherellone.

Eccellente compagno e ottimo cane da casa, adatto anche per stare insieme ai bambini e sempre a contatto con la famiglia.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Il cane è compatto, moderatamente basso sugli arti, di media lunghezza con una struttura raffinata ma che dimostra d‘avere sostanza sufficiente per consentirgli di cacciare e uccidere i roditori domestici. Dovrebbe evidenziare caratteristiche Terrier, personificando agilità e forza. Il pelo ben diviso e diritto ha un aspetto molto curato.