LE ORIGINI

Il nome deriva dall’unione delle parole “Bas” (bassetto) e “Hound” (segugio) ed infatti è un cane che è stato spesso utilizzato per la caccia alla selvaggina (in articolare la volpe, la lepre ed il fagiano).

Rispetto ai bassotti è evidente che derivi in parte dai cassetti (cani affetti da nanismo) in quanto il corpo è quello di un cane normale, con la differenza degli arti molto più corti.

Nonostante sia originario della Francia lo standard FCI lo considera Inglese.

Il Carattere

Il Basset Hound è un cane molto tranquillo, di temperamento dolce e fedele.

In quanto cane da caccia è dotato di una grande resistenza anche se, una volta in casa, tende a diventare pigro.

Negli ultimi decenni si è guadagnato un posto nel cuore delle famiglie americane ed inglesi come cane da compagnia. E’ infatti estremamente intelligente e gioca volentieri con i bambini, anche se il suo istinto lo porta naturalmente ad essere devoto al padrone.

Soffre la solitudine ed ama la compagnia.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Segugio a gambe corte di considerevole sostanza, ben equilibrato, dalle grandi qualità. È importante tenere ben presente che questo è un segugio da lavoro, deve essere idoneo a questa funzione, e quindi deve essere forte, attivo e capace di grande resistenza sul campo di lavoro.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Segugio tenace d’antico lignaggio che caccia a fiuto, ha un innato istinto della muta e una voce profonda e melodiosa. Placido, mai aggressivo o timido. Affettuoso.

 

TESTA
può essere presente una piccola quantità di rughe alla fronte e vicino agli occhi. In ogni caso la pelle della testa deve essere abbastanza elastica da formare rughe leggere quando è tirata in avanti o quando la testa è abbassata.

 

TESTA – REGIONE DEL CRANIO
Assi cranio-facciali quasi paralleli tra loro, muso non molto più lungo del cranio.

Cranio: a cupola, con cresta occipitale prominente; di media larghezza alla fronte, si restringe leggermente verso il muso.

Stop: moderato

 

TESTA – REGIONE DEL MUSO
Tartufo: completamente nero tranne che nei cani a mantello chiaro, nel qual caso può essere marrone o fegato. Narici grandi e ben aperte; il tartufo può sporgere un poco oltre le labbra.

Muso: nell’insieme asciutto, non appuntito

Labbra: il labbro superiore si sovrappone notevolmente all’inferiore.

Mascelle/Denti: mascelle forti, con perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con gli incisivi superiori che si sovrappongono, a stretto contatto, a quelli inferiori, e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle.

Occhi: a forma di losanga, né sporgenti né infossati, scuri, ma possono sfumare in un marrone di media tonalità nei cani dal mantello chiaro. Espressione calma e seria. Occhi chiari o gialli sono altamente indesiderabili.

Orecchi: inserite basse, proprio al di sotto della linea dell’occhio. Lunghe, sorpassano appena l'estremità di un muso di corretta lunghezza, ma senza esagerazione. Strette per tutta la loro lunghezza e ben ritorte verso l'interno; molto morbide, di struttura fine e vellutata.

 

COLLO
muscoloso, ben arcuato e abbastanza lungo con pronunciata, ma non esagerata giogaia.

 

CORPO
lungo e ben disceso per tutta la sua lunghezza, garrese e lombi circa alla stessa altezza.

Dorso: piuttosto ampio e orizzontale. Dorso-lombare, dal garrese alla regione iliaca, non eccessivamente lunga.

Lombi: possono essere leggermente arcuati

Torace: visto anteriormente, il petto si adatta perfettamente agli arti ricurvi. Manubrio dello sterno prominente, ma il torace non è né stretto né eccessivamente disceso. Costole ben arrotondate e cerchiate, senza sporgenze e ben estese all’indietro.

Linea inferiore e ventre: deve esserci uno spazio adeguato tra la parte inferiore del torace e il suolo, in modo da permettere al cane di muoversi liberamente su tutti i tipi di terreno.

 

CODA
ben inserita, piuttosto lunga; forte alla base, affusolata, moderatamente fornita di pelo ruvido nella parte inferiore. In movimento è portata ben alta e dolcemente ricurva, a sciabola, mai arrotolata o gaia.

 

ARTI ANTERIORI
Aspetto generale: Braccio inclinato leggermente verso l’interno, ma non a tal punto da impedire un movimento libero o da far sì che gli arti si tocchino fra loro in stazione o in movimento. Alcune pieghe di pelle possono essere presenti nella parte inferiore degli arti, ma queste non devono assolutamente essere eccessive.

Spalla: scapole ben oblique; spalle non pesanti.

Gomiti: rivolti né in dentro né in fuori, ma ben aderenti al costato.

Avambraccio: arti corti, potenti e con grande ossatura.

Carpo: l'arrembatura è altamente indesiderabile.

Piedi anteriori: grandi, dita ben arcuate e con cuscinetti spessi. I piedi anteriori possono essere rivolti in avanti o girati leggermente verso l’esterno, ma in ogni caso il cane sta sempre perfettamente eretto, caricando il peso in egual misura sulle dita e sui cuscinetti plantari, in modo che i piedi lascino un'impronta di un cane grande e non lascino a contatto con il terreno le superfici del piede sprovviste di cuscinetti.

 

ARTI POSTERIORI
Aspetto generale: molto muscolosi e ben eretti; visto da dietro il posteriore dà l'impressione di una sfera. Qualche piega di pelle può essere presente fra garretto e piede, ed anche dietro al garretto può essere presente una leggera sacca di pelle, ma in nessun caso queste devono essere eccessive.

Ginocchio: ben angolato

Metatarsi: garretti ben discesi e leggermente flessi, ma mai deviati né in dentro né in fuori e in appiombo quando il cane è in stazione naturale.

Piedi posteriori: grandi, dita ben arcuate e con cuscinetti spessi. In ogni caso il cane sta sempre perfettamente eretto caricando il peso in egual misura sulle dita e sui cuscinetti plantari in modo che i piedi lascino un'impronta di un cane grande e non lascino a contatto con il terreno le superfici del piede sprovviste di cuscinetti.

 

ANDATURA
la cosa più importante è garantire che il cane sia adatto alla sua funzione. Azione sciolta, potente e senza sforzo, arti anteriori con buon allungo e posteriori dalla potente spinta; movimento ben allineato sia
dell'anteriore che del posteriore. Garretti e ginocchia mai rigidi in movimento, né alcun dito deve essere trascinato.

 

PELLE
morbida ed elastica senza alcuna esagerazione.

 

MANTELLO – PELO
liscio, corto e fitto senza essere troppo fine. Tutto il profilo è netto e senza frange. Pelo lungo, soffice, con frange è altamente indesiderabile.

 

COLORE
generalmente nero bianco con focature (tricolore); bianco e arancio (bicolore); ma è ammesso qualsiasi colore degli hound.

 

TAGLIA
Altezza: 33 – 38 cm. al garrese

 

DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto e la severità con cui va considerato deve essere proporzionata alla sua gravità e agli effetti sulla salute, sul benessere del cane, e sulla sua capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro.

 

DIFETTI ELIMINATORI
– Cane aggressivo o eccessivamente timido
– Qualsiasi cane che mostri in modo evidente anomalie d’ordine fisico o comportamentale, deve essere squalificato.