LE ORIGINI

Il Bovaro del Bernese è un cane d’antichissima origine che, nelle Prealpi bernesi e nelle campagne del centro del Cantone di Berna, era usato come cane da guardia, da traino e come bovaro.

Lo si chiamava, all’origine, “Dürrbächler” dal nome della borgata e della locanda di Dürrbäch vicino a Riggisberg nel Cantone di Berna, dove questo bovaro tricolore a pelo lungo era particolarmente diffuso.

Nel 1910, seguendo l’esempio delle altre razza da bovaro svizzere, si propagò rapidamente in tutta la Svizzera e Germania del Sud.

Oggi il Bovaro del Bernese è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo sia per il suo mantello tricolore dalle pezzature ben suddivise, sia per il suo spirito di adattamento e le sue qualità di cane da famiglia.

Il Carattere

Il Bovaro Del Bernese è un cane buono, espansivo e dolce.

Con gli estranei non manifesta subito la sua esuberanza. Al contrario, attende per identificare possibili minacce, ma senza mai eccedere né cadendo nell’aggressività.

Adattissimo alla vita con i bambini, diventa un ottimo babysitter ai quali permette tutto.

E’ consigliabile tenerlo in un ambiente ampio (vista la mole).

L’intervista all’allevatore

il Bovaro del Bernese

Iconograficamente è un cane notissimo, ma spesso non si conosce abbastanza la sua indole o l'incredibile affetto che può dare.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Cane d’utilità a pelo lungo, tricolore, potente, agile, armonioso, ben proporzionato, con arti robusti e la cui taglia è superiore alla media

PROPORZIONI IMPORTANTI

– Rapporto altezza al garrese /lunghezza del corpo ( misurato dalla punta della spalla alla punta della natica) = circa 9:10 – Più raccolto che allungato.
– Nel caso ideale, l’altezza al garrese sta all’altezza del torace come 2:1

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Ben equilibrato, attento, vigile e senza paura in tutte le situazioni della vita quotidiana;. E’buono d’indole e fedele con i familiari, sicuro di sé e pacifico con gli estranei; di temperamento medio e docile.

Testa

potente; il suo volume è in armonia con l’insieme; non troppo pesante

Testa - regione del cranio

Cranio: visto dal davanti e di lato, poco bombato. Sutura metopica: poco pronunciata.

Stop: ben marcato, senza essere troppo pronunciato

Testa - regione del muso

Tartufo: nero

Muso: possente, di media lunghezza; canna nasale diritta

Labbra: ben aderenti, nere

Mascelle/Denti: dentatura completa e robusta con chiusura a forbice. Gli M3 non vengono presi in considerazione. Tollerata la chiusura a tenaglia.

Occhi: marrone scuro, a forma di mandorla, con palpebre ben aderenti al bulbo oculare. Non troppo infossati nelle orbite, né sporgenti. Le palpebre rilasciate sono un difetto.

Orecchi: di forma triangolare, si arrotondano leggermente verso l’estremità, inseriti alti, di media grandezza; quando il cane è a riposo pendono e sono ben aderenti alla testa. Quando il cane è attento, la parte posteriore dell’attaccatura si rialza, mentre il bordo anteriore dell’orecchio resta ben aderente alla guancia.

Collo

vigoroso, muscoloso, di media lunghezza

Corpo

Linea superiore: dal collo, in lieve discesa si fonde armoniosamente col garrese; poi è diritta e orizzontale.

Dorso: solido, diritto e orizzontale

Rene: largo e solido. Visto da sopra, il rene è leggermente più stretto del torace.

Groppa: leggermente arrotondata

Torace: largo e ben disceso, arriva al livello dei gomiti. Il petto è ben sviluppato. La cassa toracica è la più lunga possibile; la sua sezione trasversale è di un ovale arrotondato

Linea inferiore: rimonta leggermente, dopo il punto più basso del torace, verso il posteriore.

Coda

folta, che arriva almeno al garretto. Portata bassa a riposo, si alza fino all’altezza della linea dorsale o anche un po’ al di sopra, quando il cane è in movimento.

Arti

ossatura forte

Arti anteriori

Visti dal davanti sono diritti e ben paralleli, piuttosto distanziati

Spalla: scapola lunga, robusta, obliqua che forma con il braccio un angolo non troppo aperto, ben aderente e molto muscolosa.

Braccio: lungo, obliquo

Gomiti: ben aderenti al corpo, non rigirati in dentro né in fuori

Avambraccio: robusto, diritto.

Metacarpo: visto di profilo quasi verticale, fermo; visto dal davanti, a prolungamento verticale dell’avambraccio

Piedi anteriori: corti, arrotondati, dalle dita chiuse e arcuate, non rigirati in dentro né in fuori.

Arti posteriori

Visti da dietro, diritti e paralleli, non troppo chiusi.

Coscia: lunga; larga potente e ben muscolosa

Ginocchio: ben angolato

Gamba: lunga. Ben obliqua

Garretti: ben angolati e forti

Metatarso: quasi verticale. Gli speroni devono essere tolti, tranne che nei Paesi dove la loro ablazione è proibita dalla legge.

Piedi posteriori: un po’ meno arcuati degli anteriori; non deviati né in dentro né in fuori.

Passo

movimento che copre molto terreno; facile a tutte le andature; falcate sciolte e di grande estensione con buona spinta del posteriore; al trotto, visto dal davanti o dal dietro, gli arti si portano in avanti in linea retta.

Mantello - pelo

lungo e brillante, liscio o leggermente ondulato

Mantello - colore

colore di base nero assoluto con macchie fuoco (marrone rosso- scuro) alle guance, sopra gli occhi, sui quattro gli arti e al petto, e con macchie bianche come segue:
- Macchia ben bianca sulla testa, nettamente delimitata e simmetrica: lista che, verso il tartufo, si allarga ai due lati della canna nasale per disegnare il bianco del muso
- In larghezza, la lista non dovrebbe andare fino alle focature al di sopra degli occhi, e il bianco del muso non dovrebbe sorpassare la commessura delle labbra.
- Zona bianca ininterrotta e moderatamente larga sul collo e il petto
- Ricercati: piedi bianchi; punta della coda bianca
- Tollerate: piccola macchia bianca alla nuca; piccola macchia bianca sotto la coda

Taglia

Altezza al garrese: Maschi 64 – 70 cm ideale da 66 a 68 cm; Femmine . 58 – 66 cm “ 60 a 63 cm

Difetti

Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto che sarà penalizzato a seconda della sua gravità.
- Comportamento insicuro
- Ossatura esile
- Posizione irregolare degli incisivi, pur restando corretta la chiusura
- Mancanza di altri denti oltre a un massimo di 2 PM1 (premolari 1) – gli M3 non vengono presi in considerazione.
- Mantello:
— Pelo nettamente arricciato
— Colori e macchie non conformi
— Assenza di bianco sulla testa
— Lista troppo larga e/o bianco del muso che sorpassa nettamente la commessura labiale
— Collare bianco
— Grande macchia bianca alla nuca (la sua dimensione più grande sorpassa i 6 cm.)
— Macchia bianca sotto la coda la cui dimensione più grande sorpassa i 6 cm.
— Balzane agli arti anteriori che sorpassano nettamente la metà del metacarpo (calzine).
— Macchie asimmetriche non belle in testa e/ o al petto
— Macchie o righe nere nel bianco del petto
— Bianco maculato ( macchie molto pigmentate)
— Colore di fondo nero che tira al bruno o il rosso

Difetti eliminatori

- Cane aggressivo, pauroso o timoroso
- Naso diviso
- Enognatismo, prognatismo, arcata degli incisivi deviata
- Un occhio, o tutti e due, blu (gazzuolo)
- Entropion, ectropion
- Coda rotta, coda arrotolata
- Pelo corto o pelo doppio
- Mantello non tricolore
- Colore di fondo diverso dal nero