LE ORIGINI

In Australia è una razza molto popolare, nelle periferie, dove sono presenti allevamento ovini.

E’ una razza considerata autoctona australiana.

I suoi ascendenti sono indicati da molti, come due cani importati nel suo paese dalla lontana Scozia verso la fine dell’Ottocento, i quali erano, con molta probabilità, due “Collies”.

La prima femmina, nata da questa cucciolata, venne chiamata “Kelpie”, e da allora questo nome rimase legato alla razza.

Nell’anno 1902 venne istituito lo Standard di razza. Il suo esordio in un’esposizione canina risale all’anno 1908, e furono presentati diversi soggetti al Royal Show di Melbourne.

Il Carattere

L'Australian Kelpie è un cane da pastore versatile e dalle incredibili risorse grazie alla sua grande capacità di adattamento che gli permette di cambiar atteggiamento a seconda delle situazioni, abile conduttore del gregge sul campo di lavoro, sa diventare amichevole e vivace compagno di giochi in famiglia.

E' un cane molto socievole ed equilibrato ma ha bisogno di un proprietario che lo rispetti e che gli dedichi il giusto tempo per tenerlo in esercizio sia fisico che mentale.

Un Kelpie che vive in un ambiente famigliare ideale ricambierà il suo "branco" con lealtà e devozione senza fine, al contrario se verrà maltrattato o ignorato perderà la fiducia che riponeva nella sua famiglia.

Il Kelpie è coraggioso ed intraprendente, e grazie a queste doti si dimostra un ottimo cane sia da gregge che da mandria, infatti il suo temperamento coraggioso gli permette di affrontare con intelligenza capi di bestiame il cui peso è superiore svariate volte a quello di un Kelpie.

E’ molto giocherellone e si lancia spesso in azioni giocose un pò troppo forti, quando si trova in compagnia di persone adulte, ma con i bambini ha un innato comportamento di protezione.

Non ha un carattere litigioso e cerca spesso di evitare lo scontro con i suoi simili, ma sa come farsi rispettare.

Nodi, corde e stracci sono i suoi giochi preferiti, quelli che senza dubbio li gasano di più, e quelli che vengono usati dai professionisti dell'agility per avere il massimo dal loro Kelpie, un pò di tiro alla fune e poi partono a mille per il percorso.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Deve essere quello di un cane di grande qualità, vivace e attivo, che presenti una forte muscolatura combinata con grande agilità, che esprima la possibilità di svolgere un lavoro instancabile.
Deve essere privo di qualsiasi accenno di gracilità.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Il Kelpie è estremamente attivo, zelante e molto intelligente, con un carattere mite e docile, e con un’energia quasi inesauribile, con spiccata lealtà e devozione al suo dovere.
Ha un istinto naturale e attitudine per lavorare col gregge, sia in aperta campagna che nelle recinzioni.
Qualsiasi elemento di carattere e struttura, che siano estranei al cane da lavoro, devono essere considerati come difetti di tipicità.

 

TESTA
è in proporzione con la taglia del cane. L’insieme della forma e dei profili danno al cane l’espressione quasi di volpe, mitigata dagli occhi a forma di mandorla.

 

TESTA – REGIONE DEL CRANIO
Cranio: leggermente arrotondato e ampio fra gli orecchi. La fronte arriva con un profilo diritto allo stop

Stop: pronunciato

 

TESTA – REGIONE DEL MUSO
Tartufo: il colore armonizza con quello del mantello

Muso: nettamente cesellato e definito, preferibilmente leggermente più corto del cranio

Labbra: aderenti e pulite, non pendule

Denti: devono essere sani forti e regolarmente distanziati, con gli incisivi inferiori appena dietro, ma che toccano quelli superiori; cioè chiusura a forbice

Guance: né grosse né sporgenti ma arrotondate

Occhi: hanno forma di mandorla, di media misura, nettamente definiti agli angoli, e hanno un’espressione zelante e intelligente. Il colore degli occhi deve essere marrone, in armonia col colore del mantello. Nel caso di cani blu, è permesso un colore più chiaro.

Orecchi: sono eretti e finiscono alla sommità in una punta fine; il padiglione è fine e forte alla base. Sono ben distanziati sul cranio e inclinati verso l’esterno, leggermente curvi sul bordo esterno e di misura moderata. L’interno degli orecchi è ben ricoperto di pelo.

 

COLLO
di moderata lunghezza, forte, leggermente arcuato, gradualmente si fonde nelle spalle, senza pelle rilasciata alla gola e con un abbondante collare.

 

CORPO
la lunghezza del cane misurata in linea netta dal petto alle natiche è superiore all’altezza al garrese nella proporzione di 10 a 9

Linea superiore: ferma e orizzontale

Rene: forte e molto muscoloso

Groppa: piuttosto lunga e obliqua

Torace: più profondo che ampio

Costole: ben cerchiate

Fianchi: di buona profondità

 

CODA
a riposo la coda dovrebbe pendere con una leggera curva. In movimento può essere rialzata, ma in nessun caso dovrebbe essere portata oltre la linea verticale che passa per l’inserzione.
Dovrebbe essere fornita di pelo che formi una buona spazzola.
Inserita in modo che si fonde con la linea inclinata della groppa; dovrebbe essere lunga circa fino ai garretti.

 

ARTI ANTERIORI
gli anteriori dovrebbero essere muscolosi con ossa robuste ma non grossolane, diritti e paralleli se visti dal davanti

Spalle: pulite, muscolose, ben oblique con scapole ben appoggiate al garrese

Braccio: dovrebbe essere ad angolo retto con la scapola

Gomiti: né in fuori né in dentro

Metacarpo: se visto di lato, dovrebbe mostrare una leggera inclinazione per assicurare flessibilità al movimento, e la possibilità di girare velocemente

 

ARTI POSTERIORI
dovrebbero mostrare ampiezza e forza. Se viste da dietro, le gambe, dal garretto al piede, sono diritte e parallele, né strette né troppo distanziate.

Ginocchio: ben angolato

Garretto: piuttosto disceso

Piedi: dovrebbero essere rotondi, forti, con cuscinetti spessi, e dita ben chiuse e arcuate; unghie forti e corte.

 

ANDATURA
per la illimitata resistenza richiesta a un cane da pastore che lavora negli spazi aperti, il Kelpie deve essere perfettamente sano, sia nella costruzione che nel movimento.
Qualsiasi tendenza ad avere garretti vaccini o a botte, gracilità, spalle deboli o movimenti limitati con andatura serpeggiante o incrociata, è un difetto grave.
Il movimento dovrebbe essere sciolto e instancabile e il cane deve avere la capacità di cambiare direzione improvvisamente mentre corre.
Al trotto i piedi tendono a ravvicinarsi a livello del suolo quando la velocità aumenta, ma quando il cane è a riposo, devono essere perpendicolari al terreno.

 

MANTELLO – PELO
è un doppio pelo con un sottopelo denso e corto. Il pelo esterno è fitto, con ogni pelo diritto, duro e appiattito, tale da essere impermeabile. Sotto il corpo, dietro le gambe, il pelo è più lungo e forma vicino alla coscia una specie di calzone.
Sulla testa, (incluso l’interno degli orecchi), sul davanti degli arti e piedi, il pelo è corto.
Lungo il collo il pelo è più lungo e più spesso e forma un collare.
La coda dovrebbe essere fornita di una buona spazzola.
Un pelo troppo lungo o troppo corto è un difetto. In media, il pelo sul corpo dovrebbe essere lungo da 2 a 3 cm.

 

MANTELLO – COLORE
nero, nero e fuoco, rosso, rosso e fuoco, fulvo, cioccolato e blu cenere

 

TAGLIA
La taglia al garrese: per i maschi da 46 a 51 cm; per le femmine da 43 a 48 cm

 

DIFETTI
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto e la severità con cui va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità