LE ORIGINI

La razza nasce da incroci con il Rough Collie e piccoli cani detti "dei balenieri”, nonché dai Border Collie.

Secondo alcuni studiosi potrebbe anche avere degli antenati tra Spaniel, Spitz e razze locali.

Il nome deriva dalle omonime Isole Shetland, separate dalla Scozia solo da poche miglia di mare.

Nel 1914 la razza viene riconosciuta con il nome di Shetland Sheepdog o Sheltie.

Il Carattere

Cane molto schivo con chi non conosce, ma sicuro di se e particolarmente votato all’indipendenza.

Consapevole di se e coraggioso, non disdegna la compagnia del padrone, al quale si dimostra devoto.

Una volta inserito nel nucleo familiare ama giocare e si rivela un buon cane da guardia.

Vista la natura, che lo vuole sempre in movimento su colline impervie, si rivela un ottimo cane di agility.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Piccolo cane da lavoro dal lungo pelo di grande bellezza, privo di goffaggine o grossolanità, dai movimenti agili e aggraziati. Il profilo è simmetrico, così che nessuna parte è sproporzionata al resto. Mantello abbondante, criniera e collare, forma della testa e dolcezza dell’espressione, si associano per presentare il tipo ideale.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Sveglio, gentile, intelligente, forte e attivo. Affezionato e aperto col suo padrone, riservato con gli estranei, mai nervoso.

 

TESTA
Testa raffinata ed elegante senza esagerazione; se vista dall’alto o di lato è un lungo cuneo tronco, che si restringe dall’orecchio al tartufo.
Ampiezza e altezza del cranio in proporzione alla lunghezza del cranio e muso. Il tutto va considerato tenendo conto della mole del cane.

 

TESTA – REGIONE DEL CRANIO
Cranio: piatto, moderatamente ampio fra gli orecchi, senza che l’occipite sia sporgente.
Cranio e muso di uguale lunghezza; il punto di divisione è la linea che unisce gli angoli interni degli occhi..
Linea del cranio: è parallela alla linea del muso.

Stop: leggero ma definito.

 

TESTA – REGIONE DEL MUSO
l’espressione caratteristica è ottenuta dal perfetto equilibrio e combinazione di cranio e muso, forma, colore e posizione degli occhi, corretta posizione e portamento degli orecchi.
Tartufo: nero

Labbra: tese con bordi neri

Mascelle/denti: mascelle regolari, pulite, forti, con una mascella inferiore ben sviluppata. Denti sani, con una perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con i denti superiori che si sovrappongono a stretto contatto ai denti inferiori e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle.
Una dentatura di 42 denti correttamente impiantati è altamente desiderabile.

Guance: piatte, che si fondono gentilmente nel muso ben arrotondato.

Occhi: di media misura, posizionati obliquamente, a forma di mandorla con bordi neri. Color marrone scuro, ad eccezione dei Blu Merle, dove uno o tutti e due possono essere blu o chiazzati di blu.

Orecchi: piccoli, moderatamente larghi alla base, posizionati abbastanza ravvicinati sulla sommità del capo. A riposo, gettati all’indietro; in attenzione portati in avanti e semi-eretti con le punte che cadono verso l’avanti.

 

COLLO
muscoloso, ben arcuato, di sufficiente lunghezza per portare fieramente la testa

 

CORPO
leggermente più lungo, dalla punta della spalla alla fine della groppa, dell’altezza al garrese.
Dorso: orizzontale, con curva elegante sui reni

Groppa: scende gradualmente verso il posteriore

Torace: alto, che arriva alla punta del gomito. Costole ben cerchiate, che si restringono nella metà inferiore per permettere libero movimento delle braccia e spalle.

 

CODA
inserita bassa; va diminuendo gradatamente e l’ultima vertebra dovrebbe arrivare almeno al garretto; con pelo abbondante e leggera curva verso l’alto. Può essere leggermente rialzata in movimento, ma mai sopra il livello del dorso. Mai deviata.

 

ARTI ANTERIORI
Diritti se visti dal davanti, muscolosi e di netto profilo con ossatura forte ma non pesante.
Spalle: molto ben adagiate all’indietro. Al garrese sono separate solo dalle vertebre, ma le scapole scendono obliquamente verso l’esterno per facilitare la cerchiatura desiderata delle costole. Spalla ben angolata

Braccio: circa della stessa lunghezza della scapola

Gomito: equidistante dal suolo e dal garrese

Metacarpi: forti e flessibili

 

ARTI POSTERIORI
Coscia: ampia e muscolosa, con giuste angolazioni coxo-femorali

Ginocchio: ha un angolo distinto

Garretto: netto, spigoloso, ben disceso con forte ossatura. Diritto se visto da dietro.

 

PIEDI
ovali, suole ben imbottite, dita arcuate e serrate.

 

ANDATURA
agile, piana ed elegante con spinta del posteriore, e che copra il più possibile terreno con il minimo sforzo.
Altamente indesiderabili l’ambio, l’incrocio, il rullio, il passo forzato, rigido, e il movimento su e giù degli arti.

 

MANTELLO – PELO
doppio; mantello esterno di pelo lungo, di tessitura ruvida e diritto. Sottopelo soffice, corto e fitto. Criniera e collare molto abbondante, arti anteriori ben frangiati. Posteriori al di sopra del garretto ricoperti
abbondantemente di pelo, sotto i garretti con pelo piuttosto corto. Sul muso, corto. Il pelo dovrebbe adattarsi al corpo e non dominare o sviare il profilo del cane. Soggetti a pelo corto altamente indesiderabili

 

COLORE
• Sabbia: chiaro o sfumato, ogni colore dall’oro pallido al mogano intenso, nelle sue sfumature. Tono carico. I colori lupo, e grigio sono indesiderabili
• Tricolore: Si preferisce il nero intenso sul corpo, con focature di colore vivo
• Blue Merle: chiaro blu argento, macchiato e marmorizzato con nero. Preferite vivaci focature, ma la loro mancanza non va penalizzata. Pesanti macchie nere, ardesia o riflessi ruggine sia nel mantello esterno che nel sottopelo sono altamente indesiderabili; l’effetto generale deve essere blu.
• Nero | Bianco e Nero | Tan: sono pure colori riconosciuti. Macchie bianche possono apparire (tranne che nel Nero § Tan) in striscia sulla testa, collare e petto, pettorale, arti e punta della coda. Auspicabili
tutte o alcune delle macchie bianche (tranne che nei nero-focati), ma l’assenza di queste macchie non va penalizzata. Pezzature di bianco sul corpo sono altamente indesiderabili.

 

TAGLIA
Altezza ideale al garrese:
Maschi: 37 cm
Femmine: 36 cm

più di 2,5 cm al di sopra o al disotto di queste altezze, altamente indesiderabili.

 

DIFETTI
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui va penalizzata deve essere proporzionata alla sua gravità e alle conseguenze sulla salute e il benessere del cane.