LE ORIGINI

I Cocker Spaniels sono stati riconosciuti come razza a parte rispetto ai Field e Springer Spaniels subito dopo la fondazione del Kennel Club, nel 1873.

In origine la razza era conosciuta con il nome di “cocking spaniel”, per la sua capacità di far alzare in volo le beccacce. Era infatti utilizzata nelle paludi (non temono l’acqua) per far sollevare in volo gli uccelli.

Come per alcune altre razze da caccia, attualmente esiste una differenza tra i soggetti d’esposizione e quelli destinati alla caccia: il Cocker d’esposizione è più robusto e più pesante rispetto a quello utilizzato per il lavoro.

Il Carattere

Di carattere allegro, ha la coda che scodinzola sempre mostrando un tipico movimento agitato, specialmente quando segue una pista.

Gentile ed affettuoso, è pieno di vita e di esuberanza, pertanto si adatta male a padroni sedentari che non gli permettono di dare sfogo alla sue energia.

Testardo, va tenuto costantemente sotto addestramento senza possibilità di “eccezioni alla regola”.

L’intervista all’allevatore

il Cocker Spaniel Inglese

Originariamente cane da caccia (alla beccaccia) il Cocker Spaniel Inglese è un esempio di versatilità e dolcezza. Scopri di più su questo fantastico animale.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Allegro, forte, sportivo; molto armonioso e compatto.

PROPORZIONI IMPORTANTI

Misura, dal garrese al suolo pressappoco quanto dal garrese alla radice della coda.

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Di carattere allegro, con la coda che scodinzola sempre, mostrando un tipico movimento agitato, specialmente quando segue una pista, senza alcun timore dei terreni infestati dai rovi. Gentile ed affettuoso, ma pieno di vita e di esuberanza.

Testa - regione del cranio

Cranio: ben sviluppato, nettamente cesellato, né troppo fine né troppo pesante.

Stop: ben definito; situato a metà distanza fra il tartufo e l’occipite.

Testa - regione del muso

Tartufo: abbastanza largo da permettere un buon olfatto.

Muso: quadrato.

Mascelle/Denti: mascelle forti, con perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con i denti superiori che si sovrappongono, a stretto contatto, ai denti inferiori; denti impiantati perpendicolarmente alle mascelle.

Guance: non prominenti.

Occhi: riempiono bene le orbite, ma non sporgenti. Sono marroni scuro o marroni, mai chiari; ma nei cani fegato, fegato-roani e fegato e bianco, gli occhi sono nocciola scuro per armonizzarsi col mantello.
Espressione intelligente e gentile ma molto sveglia, brillante e allegra; rime palpebrali aderenti.

Orecchi: a forma di lobo, inseriti bassi, a livello degli occhi. Padiglioni con membrana fine che arrivano all’estremità del tartufo. Gli orecchi portano delle belle frange di peli lunghi, diritti e serici.

Collo

di moderata lunghezza e muscoloso. S’inserisce nettamente su spalle fini e oblique. Non ha giogaia.

Corpo

forte e compatto.
Linea superiore: ferma e orizzontale, scende dolcemente verso la coda dalla fine del rene all’inserzione della coda.

Rene: corto e largo.

Torace: ben sviluppato, regione sternale ben discesa, né troppo largo né troppo stretto nella sua parte anteriore. Le costole sono ben arcuate.

Coda

inserita un po’ più in basso della linea dorsale. Deve agitarsi allegramente in azione. È portata orizzontalmente e mai alzata.
In passato era quasi sempre tagliata.
Tagliata: mai troppo corta al punto di non essere più visibile, né troppo lunga da disturbare l’agitarsi continuo della coda quando il cane lavora.

Non tagliata: leggermente ricurva, di moderata lunghezza, proporzionata alla taglia del corpo, deve conferire un generale aspetto di giuste proporzioni; idealmente non dovrebbe scendere al di sotto del garretto.

Forte alla radice, si assottiglia in una punta fine; ricca di frange in armonia col mantello.

Vivace quando il cane si muove, portata ad un livello non più alto di quello del dorso e mai tanto bassa da dare l’impressione di timidezza.

Arti anteriori

Aspetto generale: hanno una buona ossatura. Sono diritti e sufficientemente corti per una potenza concentrata. Non sono tanto corti da nuocere agli sforzi intensi che ci si attende da questo magnifico cane da caccia.

Spalle: oblique e fini.

Piedi anteriori: fermi con cuscinetti spessi. Sono “piedi di gatto”.

Arti posteriori

Aspetto generale: larghi, ben pieni e molto muscolosi. Hanno una buona ossatura.

Ginocchio: ben angolato.

Metatarso: corto sotto il garretto, per dare molta spinta.

Piedi posteriori: fermi con cuscinetti spessi. Sono “piedi di gatto”.

Andatura

movimento regolare con grande spinta e buon allungo.

Mantello - pelo

piatto. Di tessitura serica, mai del tipo “filo di ferro”, né ondulato.

Non troppo abbondante e mai arricciato.

Gli arti anteriori, il tronco e i posteriori, sopra i garretti, sono ben guarniti di frange.

Mantello - colore

Unicolore: nero; rosso; fulvo; fegato (cioccolato); nero focato; fegato focato; il bianco non è ammesso se non in piccola quantità sul petto.

Multicolore: bicolore; nero e bianco; arancione e bianco; fegato e bianco; limone e bianco. Tutti con o senza moschettature.

Tricolore: nero, bianco focato; marrone, bianco con focature.

Roano: blu roano; arancione roano; limone roano; fegato roano; blu roano focato; fegato roano focato.

Taglia e peso

Altezza approssimativa:
maschi: 39 – 41 cm
femmine 38 – 39 cm

Peso approssimativo: 13 - 14,5 kg

Difetti

qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere in esatta proporzione alla sua gravità ed al suo effetto sulla salute ed il benessere del cane e sulla capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro.

Difetti eliminatori

Cane aggressivo o eccessivamente timido.

Qualsiasi cane che mostri in modo evidente anomalie d’ordine fisico o comportamentale, deve essere squalificato.

PHOTOGALLERY