LE ORIGINI

Come per le altre razze di terrier irlandesi, si presume che il Kerry Blue sia vissuto in Irlanda per secoli, ma a causa delle sue umili origini di cacciatore di topi e di cane da fattoria “tutto fare”, si hanno pochissimi riferimenti prima del 20° secolo.

È probabile che il primo accenno al Kerry Blue nella letteratura, sia datato 1847: l’autore descrive un cane bluastro, color ardesia, con macchie e chiazze più scure, e spesso con focature agli arti e al muso.

Si suppone che questo cane irlandese blu-nerastro fosse molto diffuso nel Kerry, ma si sia sparso anche nelle altre contee.

Il Kerry Blue non comparve in esposizione prima del 1913 e il Club che lo riguarda fu creato a Dublino nel 1920.

Verso il 1928, questo terrier armonioso e impressionante per il suo bel pelo morbido di colore blu divenne popolare in tutto il mondo e la sua reputazione di ottimo cane da lavoro e da compagnia concordò con il giudizio secondo il quale la razza era “ben vicino alla perfezione”.

Il Carattere

Come tuti i Terrier anche il Kerry Blue non fa eccezione per quel che riguarda il carattere ed il coraggio.

Adatto alla vita in famiglia, si lascia addestrare facilmente. Se socializzato sin da piccolo può mitigare il carattere, che resta comunque litigioso verso gli altri cani.

In famiglia è un eccellente alleato nella gestione dei bambini con i quali non si stanca di giocare.

Non perde pelo né lascia cattivi odori, per cui adatto a vivere in appartamento.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Il Kerry Blue tipico deve essere ben diritto, ben conformato e ben proporzionato, mostrando un corpo ben sviluppato e muscoloso con definito stile terrier.

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Carattere decisamente terrier. Il fattore più importante, l’espressione, deve essere sveglia e vigile.