LE ORIGINI

Da secoli i Lapponi nella Scandinavia finlandese e nelle regioni settentrionali della Russia impiegano cani dello stesso tipo di quello del Lapinkoira per custodire le renne.

Un primo standard di questi cani è stato fissato dal Kennel Club finlandese nel 1945.

Nel 1967, il nome della razza venne cambiato in Lapphund.

Nel corso degli anni 70, il tipo e l’aspetto della razza si fissarono definitivamente e lo standard fu ripreso e specificato a più riprese.

Nel 1993 il nome della razza fu modificato di nuovo in quello attuale.

In un breve lasso di tempo la razza si è riprodotta bene nel tipo e oggi è molto apprezzata dagli amatori e molto diffusa in tutta la Finlandia come cane di casa.

Il Carattere

E’ molto apprezzato come cane da compagnia, in patria e in generale nei paesi nordici dove ne contiamo molti esemplari.

Dato il lavoro che da secoli svolge, è un cane dal carattere sveglio, molto paziente, calmo.

L’indole pacifica non gli impedisce di essere molto coraggioso quando la situazione lo richiede.

Sa adattarsi anche alla vita d’appartamento purchè gli si garantisca la possibilità di muoversi quotidianamente.

L’intervista all’allevatore

il Lapinkoira

Avete sentito parlare del lapinkoira e siete curiosi di conoscere meglio questa razza?

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Più piccolo della media ma di struttura solida per la sua taglia, è leggermente più lungo dell’altezza al garrese. Cane dal pelo lungo e fitto, con orecchi eretti.

PROPORZIONI IMPORTANTI

La profondità del corpo è leggermente inferiore della metà dell’altezza al garrese
Il muso è leggermente più corto del cranio
Il cranio è leggermente più lungo che largo; la profondità è uguale alla larghezza.

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Acuto, coraggioso, calmo e desideroso d’imparare. Amichevole e fedele.

Testa

forte nei profili, piuttosto ampia

Testa - regione del cranio

Cranio: ampio, leggermente convesso. La fronte è piuttosto bombata. La sutura metopica è chiaramente definita

Stop: chiaramente definito

Testa - regione del muso

Tartufo: preferibilmente nero; tuttavia in armonia col colore del mantello

Muso: forte, ampio e diritto; visto da sopra e di lato si assottiglia regolarmente ma solo leggermente.

Labbra: tese

Mascelle/Denti: mascelle forti. Chiusura a forbice

Guance: le arcate zigomatiche sono chiaramente marcate

Occhi: color marrone scuro, tuttavia in armonia col colore del mantello; di forma ovale. Espressione dolce e amichevole

Orecchi: di media misura, portati eretti o semi-eretti, piuttosto distanziati, abbastanza larghi alla base, di forma triangolare e molto mobili.

Collo

di media lunghezza, forte e ricoperto di pelo abbondante

Corpo

Garrese: muscoloso e forte, leggermente marcato

Dorso: forte e diritto

Rene: corto e muscoloso

Groppa: di media lunghezza, ben sviluppata, solo leggermente obliqua

Torace: profondo, piuttosto lungo, arriva almeno al gomito; non molto ampio. Le costole sono leggermente cerchiate; il petto chiaramente visibile, non molto forte.

Linea inferiore: leggermente rilevata

Coda

inserita piuttosto alta, ricoperta di pelo lungo e abbondante. La punta della coda può avere un gancio a forma di J.

In movimento la coda è ricurva sul dorso o di lato; a riposo può pendere.

Arti anteriori

Aspetto generale: potenti con ossa forti. Visti dal davanti sono diritti e paralleli

Spalle: leggermente oblique

Braccio: lungo come la scapola. L’angolo scapola- braccio è piuttosto aperto.

Gomito: posizionato leggermente al di sotto del punto più basso della cassa toracica: punta decisamente all’indietro

Avambraccio: piuttosto forte, verticale

Carpo: flessibile

Metacarpo: di media lunghezza, leggermente obliquo

Piede anteriore: ben arcuato, più ovale che rotondo, ricoperto con pelo fitto. I cuscinetti sono elastici con i lati forniti di pelo denso.

Arti posteriori

Aspetto generale: di forte ossatura, potenti, visti da dietro sono diritti e paralleli. L’angolazione è chiaramente ma non troppo fortemente marcata

Coscia: di media lunghezza, piuttosto ampia con muscoli ben sviluppati.

Ginocchio: puntato in avanti; l’angolazione è marcata piuttosto chiaramente

Gamba: relativamente lunga e con tendini ben evidenti

Garretto: moderatamente disceso; l’angolazione è chiaramente, ma non troppo fortemente marcata

Metatarso: piuttosto corto, forte e verticale

Piedi posteriori: come quelli dell’anteriore. Gli speroni non sono desiderabili

Andatura

senza sforzo. Cambia facilmente dal trotto al galoppo, che è la sua andatura naturale.

Gli arti si muovono parallelamente. Al lavoro è agile e veloce.

Pelle

ovunque tesa, senza rughe

Mantello - pelo

abbondante; i maschi specialmente hanno una criniera folta.

Il pelo esterno è lungo, diritto e ruvido. Sulla testa e sulla parte anteriore degli arti il pelo è più corto.

Ci deve essere un sottopelo che è soffice e denso.

Mantello - colore

tutti i colori sono permessi. Il colore di base deve essere dominante.

Colori diversi da quello di base possono comparire sulla testa, collo, petto, sotto il corpo, sugli arti e coda.

Taglia

Altezza al garrese ideale per i maschi 49 cm
Altezza al garrese ideale le femmine 44 cm

Con una tolleranza di ± 3 cm.

Il tipo è più importante della taglia

Difetti

qualsiasi deviazione da quanto sopra dovrebbe essere considerato difetto, e la severità con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità
- Maschi non virili e femmine non femminili
- Testa leggera
- Stop insufficiente
- Orecchie pendenti
- Coda portata sempre sotto la linea dorsale
- Angolazione del posteriore eccessiva o troppo diritta
- Mancanza di sottopelo
- Pelo piatto
- Pelo esterno arricciato
- Colore di base non distinto

Difetti eliminatori

- Enognatismo o prognatismo
- Coda rotta

PHOTOGALLERY