LE ORIGINI

Negli U.S.A. e in Canada, i cani da pastore bianchi sono diventati a poco a poco una razza distinta.

I primi cani di questa razza furono importati in Svizzera all’inizio degli anni 70.

Il maschio americano “Lobo”, nato il 05.03.1966, può essere considerato come il capostipite di questa razza in Svizzera. I discendenti di questo maschio, iscritti nel Libro Origini svizzero (LOS), come pure i discendenti di altri pastori bianchi importati dagli U.S.A. e dal Canada, diedero progressivamente origine ad altre discendenze e si diffusero in tutta Europa; dove oggi un gran numero di Pastori Bianchi viene allevato in purezza da diverse generazioni.

Dal giugno 1991, questi cani sono iscritti, come nuova razza, all’appendice del Libro delle Origini Svizzero. (LOS)

Il Carattere

Rispetto ad altri cani della categoria è molto docile ed affettuoso, adatto senza dubbio alle famiglie.

Resta un’indole decisa, da chi sa cosa vuole: questa razza ha un forte temperamento e si mostra attento e sempre equilibrato.

E’ una buona compagnia ma anche pronto per fare il cane da guardia se richiesto, senza però mostrarsi violento o aggressivo.

Anzi con i membri della famiglia, ovviamente oltre che con il padrone, è amichevole, mansueto e devoto, si fa addestrare, ascolta ed è piuttosto ubbidiente senza mai ribellarsi o avere un atteggiamento aggressivo.

L’intervista all’allevatore

il Pastore Svizzero Bianco

Quello che per anni è stato visto come un errore grave di razza è riuscito ad affermarsi grazie all'insistente passione di pochi. Ne vuoi sapere di più?

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Cane da pastore bianco, robusto, ben muscolato, di media taglia, dagli orecchi eretti e dal mantello doppio di lunghezza media o lunga.
Proporzioni generali del tronco allungate; ossatura di media sostanza, profilo elegante ed armonioso.

 

PROPORZIONI IMPORTANTI

• Inscrivibile in un rettangolo leggermente allungato, il rapporto fra la lunghezza del tronco (misurata dalla punta della spalla alla punta della natica) e l’altezza al garrese è di 12 : 10
• La lunghezza del muso è leggermente superiore a quella del cranio.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Carattere vivace ed equilibrato, attivo nel comportamento, attento e facilmente addestrabile. Approccio amichevole e discreto.
Si distingue per socievolezza e attaccamento al suo conduttore. Mai pauroso o aggressivo senza motivazione.
Cane da lavoro e da sport gioioso che apprende con facilità, impiegabile in molteplici discipline. La sua grande socievolezza gli permette una spiccata capacità di adattamento e inserimento in ogni tipo di evento e situazione.