LE ORIGINI

Il nome Samoiedo deriva dalle Tribù Samoiedo nella Russia del Nord e della Siberia.

Nelle parti meridionali della regione queste popolazioni usavano cani bianchi, neri e pluricolori come cani da pastore per le renne; nelle parti settentrionali i cani erano di un bianco puro, avevano un temperamento mite ed erano usati come cani da caccia e da slitta.

I cani Samoiedo vivevano a contatto con i loro padroni, dormivano anche con loro, poiché utilizzati come fonti di calore.

Il primo standard fu redatto in Inghilterra del 1909.

Il Carattere

Data l’indole gioviale e amichevole non è da considerarsi un cane da guardia, mentre è al contrario estremamente valido come cane da compagnia, specie per i bambini.

Nei confronti degli altri cani non risulta essere aggressivo.

Molto legato al padrone, soffre la solitudine e il non essere coinvolto nella attività familiari.

E’ facile da addestrare, nonché molto intelligente.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Di media taglia, elegante, un bianco Spitz Artico. Ha un aspetto che dà l’impressione di potenza, resistenza, fascino, agilità, dignità e sicurezza di sé.
L’espressione, il cosiddetto "sorriso del Samoiedo", è il risultato della combinazione della forma e posizione dell’occhio, e gli angoli della bocca leggermente rivolti in su. Il sesso deve essere nettamente distinguibile.

 

PROPORZIONI IMPORTANTI
La lunghezza del corpo è di circa il 5% maggiore dell’altezza al garrese.
La profondità del torace è leggermente inferiore alla metà dell’altezza al garrese
Il muso è pressappoco lungo come il cranio

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Amichevole, aperto, sveglio e vivace.
L’istinto per la caccia è molto scarso. Non è mai timido né aggressivo. È molto socievole e non può essere usato come cane da guardia.

 

TESTA
potente e a forma di cono

 

REGIONE DEL CRANIO
Cranio: visto di fronte e di profilo è solo leggermente convesso. E’ più ampio fra gli orecchi. Leggermente visibile la sutura metopica fra gli occhi

Stop: nettamente definito ma non troppo marcato

 

REGIONE DEL MUSO
Tartufo: ben sviluppato, preferibilmente nero.
Durante alcuni periodi dell’anno, il pigmento del naso può sbiadire fino al così detto “winter nose”. Tuttavia ci deve essere sempre il pigmento nero agli angoli del tartufo.

Muso: forte e profondo, all’incirca lungo come il cranio, gradualmente si restringe verso il tartufo; né appuntito né pesante e quadrato. La canna nasale è diritta

Labbra: strettamente aderenti, nere e piuttosto piene. Gli angoli della bocca sono leggermente ricurvi formando il caratteristico “sorriso del Samoiedo”

Mascelle/denti: regolare e completa chiusura a forbice. I denti e le mascelle sono forti. Dentatura normale

Occhi: di color marrone scuro, ben inseriti nelle orbite, piuttosto distanziati, un po’ obliqui e a forma di mandorla. L’espressione è “sorridente”, amichevole, sveglia e intelligente. Le rime palpebrali sono nere

Orecchi: eretti, piuttosto piccoli, spessi, triangolari e leggermente arrotondati alle punte. Devono essere mobili, inseriti alti; bene distanziati data l’ampiezza del cranio.

 

COLLO
forte e di media lunghezza con portamento fiero

 

CORPO
leggermente più lungo dell’altezza al garrese, profondo e compatto, ma elastico
Garrese: nettamente definito

Dorso: di media lunghezza, muscoloso e diritto; nelle femmine leggermente più lungo che nei maschi

Rene: corto, molto forte e definito

Groppa: piena, forte, muscolosa e leggermente avvallata

Torace: ampio, profondo e lungo, che arrivi almeno ai gomiti. Le costole sono ben cerchiate

Linea inferiore: leggermente rilevata

 

CODA
inserita piuttosto alta. Quando il cane è attento e si muove, la coda è portata piegata dalla radice verso l’avanti sopra il dorso o di lato, ma può essere pendente a riposo, nel qual caso raggiunge il garretto

 

ARTI ANTERIORI
Aspetto generale: ben posizionati e muscolosi, con forte ossatura. Visti di fronte sono diritti e paralleli

Spalla: lunga, ferma e obliqua

Braccio: obliquo e aderente al corpo. Approssimativamente lungo come la spalla

Gomiti: aderenti al corpo

Carpo: forte e elastico

Metacarpo (pastorale): leggermente obliquo

Piedi anteriori: ovali con lunghe dita, flessibili e diretti dritto in avanti. Dita arcuate e non troppo strettamente compatte. Cuscinetti elastici.

 

ARTI POSTERIORI
Aspetto generale: visti da dietro diritti e paralleli con muscoli molto forti

Coscia: di media lunghezza, piuttosto ampia e muscolosa

Ginocchio: bene angolato

Garretto: piuttosto basso e ben angolato

Metatarso: corto, forte, verticale e parallelo

Piedi posteriori: come gli anteriori. Gli speroni dovrebbero essere rimossi

 

ANDATURA
Potente, sciolta e senza sforzo apparente, con lunghi passi. Buon allungo degli anteriori e buona spinta nei posteriori.

 

MANTELLO – PELO
pelo polare abbondante, spesso, flessibile e fitto. Il Samoiedo è un cane dal doppio mantello, con sottopelo corto, soffice e denso e un pelo esterno più lungo, ruvido e diritto.
Il pelo deve formare un collare attorno al collo e spalle, incorniciando la testa, specialmente nei maschi.
Sulla testa e sul davanti degli arti è corto e liscio; sulla parte esterna degli orecchi è corto, eretto e liscio. L’interno degli orecchi deve essere ben fornito di pelo. Sul posteriore delle cosce il pelo forma culotte.
Ci deve essere pelo protettivo fra le dita. La coda dovrebbe essere abbondantemente coperta di pelo. Il pelo delle femmine è spesso più corto e di tessitura più soffice di quella dei maschi. Il pelo di corretta tessitura dovrebbe sempre avere una speciale lucentezza.

 

MANTELLO – COLORE
bianco puro, panna o bianco con color biscotto (il colore di base deve essere bianco con poche macchie biscotto). Non deve mai dare l’impressione di essere di un marrone chiaro.

 

TAGLIA
Altezza al garrese:
Ideale per i maschi 57cm. con tolleranza di +/- 3 cm.
Ideale per le femmine 53 cm con tolleranza di +/- 3 cm.

 

DIFETTI
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.
• Visibili difetti di costruzione
• Ossatura leggera
• Maschi non mascolini e femmine non femminili
• Chiusura a tenaglia
• Occhi gialli
• Orecchi molli
• Torace a botte
• Coda a doppio giro
• Basso sugli arti
• Molto cagnolo o vaccino
• Pelo ovunque corto o ondulato, mantello lungo, molle, o che pende
• Carattere scostante

 

DIFETTI GRAVI
• Parti nettamente depigmentate sulle palpebre o labbra

 

DIFETTI ELIMINATORI
• Occhi blu o di diverso colore
• Enognatismo. Prognatismo.
• Orecchi non erettI
• Colore del mantello diverso da quello contemplato dallo Standard
• Timidezza o aggressività.