LE ORIGINI

La razza dello Scottish è strettamente imparentata con il West Highland White Terrier.

Sono cani fin dalle origini addestrati a cacciare ed uccidere, creati con lo scopo di stanare e sterminare gli animali intrusi nelle fattorie, come tassi e volpi.

Era tale la loro determinazione che, per farli uscire dalla tana, i padroni erano costretti a afferrarli per la coda e tirarli via.

Lo Scottish Terrier Club fu fondato nel 1882, un anno dopo fu redatto il primo standard della razza, e tre anni dopo la razza cominciò ad assumere l’aspetto che conosciamo oggi per merito del Capitano Gordon Murray che fu validamente sostenuto dal fondatore e primo presidente del Kennel Club, Mr Sewallis Evelyn Shirley.

Il Carattere

Più caparbio e testardo rispetto ad altri Terrier, è un giocherellone che ha sempre un orecchio teso per salvaguardare il territorio.

Con la sua famiglia e gli amici è affettuoso e allegro.

Famosi per la loro indipendenza e sicurezza in sé, sono stati soprannominati "Diehard" per la loro forte natura, unita ad una determinazione d'acciaio.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Massiccio, di taglia adeguata per il lavoro in tana, il che preclude cani dal corpo eccessivamente pesante, a gambe corte, ma svelto e che suggerisce l’idea di gran potenza e attività riunite in una taglia ridotta. La testa dà l’impressione d’essere lunga rispetto alla mole del cane. Molto agile e attivo nonostante le sue gambe corte.

 

PROPORZIONI IMPORTANTI
Cranio e muso hanno la stessa lunghezza

 

COMPORTAMENTO E CARATTERE
Leale e fedele. Dignitoso, indipendente e riservato, ma coraggioso e molto intelligente. Audace, ma mai aggressivo.

 

TESTA
lunga senza essere sproporzionata alla taglia del cane Portata su di un collo muscoloso di moderata lunghezza che mostri qualità.

 

TESTA – REGIONE DEL CRANIO
Cranio: quasi piatto. È tanto lungo da consentire una bella larghezza e tuttavia sembrare stretto.

Stop: leggero ma ben definito fra cranio e muso all’altezza degli occhi

 

TESTA – REGIONE DEL MUSO
Tartufo: nero. Grande e, vista di profilo, la linea tra la punta del tartufo e il mento, appare inclinata verso il dietro.

Muso: di solida costruzione e profondo nell’insieme.

Mascelle/Denti: denti grandi con perfetta e regolare chiusura a forbice; cioè con i denti superiori che a stretto contatto si sovrappongono agli inferiori e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle.

Guance: le ossa delle guance non devono essere sporgenti

Occhi: a mandorla, bruno scuro, piazzati abbastanza distanti, ed ben inseriti sotto l’arco sopraccigliare, con espressione intelligente e penetrante.

Orecchi: di taglio netto, di spessore sottile, appuntiti, eretti e piazzati in cima al cranio, non troppo ravvicinati fra di loro. Orecchi grandi, con la base larga, sono altamente indesiderabili

 

COLLO
muscoloso e di moderata lunghezza, mostrante qualità

 

CORPO
Linea superiore: diritta e orizzontale

Dorso: proporzionatamente corto e molto muscoloso

Reni: muscolosi e forti

Torace: piuttosto ampio e sospeso tra gli anteriori. Costole ben cerchiate che si appiattiscono per dare profondità al torace e sono ben portate verso il posteriore. Cassa toracica ben saldata al posteriore.

 

CODA
di media lunghezza tanto da dare al cane un aspetto bilanciato. Grossa alla radice si assottiglia in punta. Inserita con portamento diritto o con una leggera curva

 

ARTI ANTERIORI
Aspetto generale: sterno ben posizionato fra gli anteriori

Spalla: lunga, obliqua

Gomiti:non devono essere deviati in fuori o posizionati sotto il corpo

Avambraccio: diritto, con buona ossatura

Metacarpo: diritto

Piedi anteriori: di buona misura, con buoni cuscinetti, dita ben arcuate e serrate; i piedi anteriori leggermente più grandi dei posteriori

 

ARTI POSTERIORI
Aspetto generale: notevolmente possenti in rapporto alla taglia del cane. Grandi e ampie natiche

Cosce: lunghe

Ginocchia: ben angolate

Metatarsi: garretti corti e robusti, non deviati in fuori né in dentro

Piedi posteriori: di buona misura, con buoni cuscinetti, dita ben arcuate e serrate; i piedi posteriori leggermente più piccoli degli anteriori

 

ANDATURA
sciolta e libera, diritta sia davanti che dietro, con spinta dal posteriore e un passo sempre regolare.

 

MANTELLO – PELO
il pelo, aderente, ha due strati: il sottopelo corto, lanoso e denso; il pelo di superficie duro, “fil di ferro” e spesso; il loro insieme forma una copertura resistente alle intemperie

 

MANTELLO – COLORE
nero, grano o “brindle” di ogni tonalità

 

TAGLIA E PESO
Altezza al garrese: 25 – 28 cm
Peso 8,5 – 10,5 kg

 

DIFETTI
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità, e alle conseguenze sulla salute e il benessere del cane.

 

DIFETTI ELIMINATORI
– Cane aggressivo o eccessivamente timido