LE ORIGINI

Esistono documenti che parlano di Shih Tzu informalmente fin dal XVI secolo ma è nel XVII secolo che dal Tibet (da dove la razza ha origine) questi cani viaggiano alla volta di Pechino per essere incrociati con esemplari di Lhassa Apso, Tibetano e Pechinese.

Presto divenne il cane preferito dalla corte imperiale cinese tanto che era il dono che i monaci facevano agli imperatori come omaggio accompagnato dalla benedizione.

Quando, nei primi anni ’30, venne portato in Inghilterra, divenne ricercato per le sue caratteristiche di giovialità e resistenza.

Fu riconosciuta come razza separata delle altre razze orientali nel 1934 ed ottenne dal Kennel Club un proprio Libro Origini nel 1940, con possibilità di certificati validi per il campionato dal 1949.

Il Carattere

Probabilmente uno dei cani da compagnia più duttili che esistano.

E’ molto coccolone, ama stare con le persone e si adatta agli altri animali. Una volta che si è legato alla famiglia non la lascia più, dimostrandosi geloso e dolce.

È intelligente, reattivo,vigile e coraggioso. Risulta anche testardo, tuttavia risponde a qualsiasi ordine gli venga dato in modo intelligente e soddisfacente.

Abbaia pochissimo, e quando lo fa è per qualche motivo. Inoltre, nonostante abbia un mare di pelo, ne perde pochissimo!

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Cane robusto, abbondantemente ricoperto di pelo, ma non esageratamente, con un caratteristico portamento spavaldo e un muso "a crisantemo".

 

PROPORZIONI IMPORTANTI
Più lungo fra garrese e radice della coda che alto al garrese

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Intelligente, attivo e sveglio. Amichevole e indipendente.

 

TESTA
testa ampia, rotonda, larga fra gli occhi. Con pelo arruffato, buona barba e baffi, pelo che cresce verso l’alto sopra la canna nasale dando il tipico effetto "crisantemo". Il pelo non deve disturbare la capacità visiva del cane.

 

REGIONE DEL CRANIO
Stop: definito

 

REGIONE DEL MUSO
Tartufo: nero ma fegato scuro nei cani fegato o a macchie fegato. Punta del tartufo sul prolungamento, o leggermente al di sotto della linea della rima palpebrale inferiore. Tartufo orizzontale o leggermente all’insù. Narici ampiamente aperte. Il tartufo con la punta rivolta all’ingiù è altamente indesiderabile, come pure le narici strette

Muso: di grande ampiezza, squadrato, corto, senza pieghe, piatto e con molto pelo. La lunghezza è di 2,5 cm circa dalla punta del tartufo allo stop. Pigmento del muso il più possibile ininterrotto.

Labbra: livellate

Mascelle/Denti: ampi, leggero prognatismo o tenaglia (chiusura a tenaglia, bordo contro bordo)

Occhi: grandi, scuri, rotondi, ben distanziati ma non sporgenti. Espressione dolce. Nei cani fegato o a macchie fegato, è permesso un colore dell’occhio più chiaro. Non si deve vedere alcun bianco.

Orecchi: grandi, con lunga cartilagine, portate cadenti. Inserite leggermente sotto la corona del cranio, tanto abbondantemente ricoperte di pelo che pare che questo si mescoli col pelo del collo.

 

COLLO
ben proporzionato, graziosamente arcuato. Sufficientemente lungo per portare fieramente la testa

 

CORPO
Dorso: orizzontale

Rene: compatto e robusto

Torace: ampio e profondo e ben disceso

 

CODA
abbondantemente piumata, è portata gaiamente sopra il dorso. Inserita alta. Allo stesso livello del cranio per dare un profilo ben bilanciato.

 

ARTI ANTERIORI
Spalle: ferme, ben arretrate

Avambraccio: corti e muscolosi con buona ossatura: il più diritti possibile; in armonia con l’ampio torace ben disceso

Piedi anteriori: rotondi, fermi e ben ricoperti di pelo

 

ARTI POSTERIORI
Aspetto generale: corti e muscolosi con buona ossatura. Diritti se visti da dietro.

Cosce: ben rotonde e muscolose

Piedi posteriori: rotondi, fermi e con buoni cuscinetti; ben ricoperti di pelo

 

ANDATURA
spavalda, fluida, con buon allungo degli anteriori e forte spinta dei posteriori che mostrano completamente i cuscinetti plantari.

 

MANTELLO – PELO
pelo esterno lungo, fitto non arricciato, con moderato sottopelo, non lanoso.
Leggera ondulazione permessa. Il pelo non deve diminuire la capacità visiva del cane. La lunghezza del mantello non dovrebbe limitare il movimento.

 

MANTELLO – COLORE
tutti i colori sono ammessi; la lista sulla fronte e la punta bianca della coda sono altamente desiderabili in tutti i cani pluricolori.

 

TAGLIA E PESO
Altezza al garrese: non più di 27cm; le cose più importanti sono il tipo e le caratteristiche di razza, che non devono in alcun modo essere sacrificate alla sola taglia.

Peso: 4,5 a 8 kg. Peso ideale 4,5 – 7,5 kg

 

DIFETTI
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità e ai suoi effetti sulla salute e sul benessere del cane

 

DIFETTI ELIMINATORI
– Aggressivo o eccessivamente timido.
– Qualsiasi cane che presenti in modo evidente anomalie d’ordine fisico o comportamentale sarà squalificato.