LE ORIGINI

Lo Springer Spaniel Inglese è una razza canina di origine inglese molto antica, considerata capostipite degli spaniel.

E’ un cane da cerca e da riporto, molto abile anche nell’acqua, attivo, longevo e robusto.

Il nome "springer" deriva dall'inglese “to spring", che significa far sollevare o saltar fuori, ed è stato adottato in virtù della prerogativa del suo lavoro, che è quello di far uscire allo scoperto la selvaggina durante la battuta di caccia.

Tutti gli Spaniel, sotto questo aspetto, sono "springer", ma questa definizione venne usata per definire il ceppo che è il capostipite di questa famiglia.

Il Carattere

Lo Springer Spaniel Inglese è un cane molto attivo.

Già dalla sua espressione si capisce che è sempre attento ma non distante: riesce a comunicare dolcezza, che è un segnale del forte equilibrio di cui è dotata la razza.

Nell’universo canino è considerato “cugino” minore del Cocker spaniel, sono simili ed entrambi sono ben disposti nei confronti del mondo che li circonda, fraternizzano facilmente con gli estranei e sono apprezzati e ricercati per la versatilità di impiego che hanno.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE
Armoniosamente costruito, compatto, forte, allegro e vivace. Il più alto sugli arti e il più vigoroso nella struttura di tutti gli Spaniels Inglesi da terra.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE
Amichevole, di temperamento allegro, disponibile. La timidezza o l’aggressività sono altamente indesiderabili.

 

TESTA – REGIONE DEL CRANIO
Cranio: di media lunghezza, abbastanza ampio, leggermente arrotondato, in salita a partire dalla fronte, formando uno stop, diviso da un solco fra gli occhi che lungo la fronte si affievolisce fino a scomparire verso l’occipite che non deve essere prominente.

 

REGIONE DEL MUSO
Tartufo: narici ben sviluppate

Muso: proporzionato alla lunghezza del cranio, piuttosto ampio e profondo, ben cesellato sotto gli occhi.

Labbra: piuttosto discese e quadrate

Mascelle/Denti: mascelle forti con perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con i denti superiori che si sovrappongono agli inferiori a stretto contatto, e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle.

Guance: piatte

Occhi: di media dimensione, a forma di mandorla, né sporgenti né infossati, bene inseriti ( non si deve vedere la congiuntiva), con espressione attenta e amichevole. Color nocciola scuro. Occhio chiaro indesiderabile

Orecchi: lobulari, di buona lunghezza e ampiezza, piuttosto aderenti alla testa, inseriti sulla linea dell’occhio. Belle frange.

 

COLLO
di buona lunghezza, forte e muscoloso, senza pelle rilasciata alla gola, leggermente arcuato, si assottiglia verso la testa.

 

CORPO
forte, né troppo lungo né troppo corto.
Rene: muscoloso, forte; forma un leggero arco ed è ben saldato

Torace: alto, ben sviluppato. Costole ben cerchiate.

 

CODA
era generalmente tagliata.
Tagliata: inserita bassa, mai portata sopra il livello del dorso. Ben frangiata, con vivace movimento.

Non tagliata: inserita bassa, mai portata sopra il livello del dorso. Ben frangiata, con vivace movimento. Proporzionata al resto del corpo.

 

ARTI ANTERIORI
dritti, con buona ossatura.
Spalle: oblique e ben adagiate.

Gomiti: ben aderenti al torace.

Metacarpi: forti e flessibili

Piedi anteriori: chiusi, compatti, ben arrotondati, con cuscinetti forti e pieni

 

ARTI POSTERIORI
ben discesi.
Cosce: ampie, muscolose, ben sviluppate.

Ginocchia: moderatamente angolate

Garretti: moderatamente angolati. I garretti grossolani sono indesiderabili

Piedi posteriori: chiusi, compatti, ben arrotondati, con cuscinetti forti e pieni

 

MOVIMENTO
decisamente caratteristico.
Gli anteriori oscillano diritti dalla spalla verso l’avanti, avanzando bene i piedi in modo sciolto e spedito; buona spinta da sotto il corpo dei garretti, che avanzano in linea con gli anteriori.
Nelle andature lente può verificarsi l’ambio, tipico di questa razza.

 

MANTELLO – PELO
compatto, diritto e resistente alle intemperie, mai grossolano. Frange moderate sugli orecchi, arti anteriori, tronco e arti posteriori

 

COLORE
fegato e bianco, nero e bianco, o uno di questi mantelli con focature.

 

TAGLIA
Altezza approssimativa al garrese: circa 51 cm.

 

DIFETTI
Qualsiasi deviazione dai punti di cui sopra dovrebbe essere considerata difetto, e la severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionala alla sua gravità, e ai suoi effetti sulla salute e sul benessere del cane, e sulla capacità di svolgere il suo tradizionale lavoro.

 

DIFETTI ELIMINATORI
– Cane aggressivo o eccessivamente timido
– Qualsiasi cane che presenti evidenti anomalie d’ordine fisico o di comportamento, sarà squalificato.