LE ORIGINI

Vi sono numerose teorie sull’origine del Weimaraner.

Il suo nome sicuramente nasce alla corte di Weimar intorno al XVIII secolo con il Granduca Carl August, detto “il cacciatore tra i re ed il re tra i cacciatori”, che ne selezionò la razza per destinarla alla caccia nelle foreste della Turingia; a questi si aggiunse sangue di Oysel, di Saint Hubert e Pointer, fino a formare il Weimaraner moderno – o cane fantasma.

Dal 1890 circa, la razza è sottoposta ad un allevamento pianificato e controllato dall’iscrizione in un Libro Origini.

A fianco del cane da ferma Weimaraner a pelo raso, apparve, dall’inizio del secolo, una varietà a pelo lungo che però non si diffuse molto.

Dopo che il Weimaraner è stato iscritto in un libro origini ed allevato come pura razza, sono stati evitati incroci con altre razze, e specialmente con i Pointer.

Essendo allevato come razza pura da circa cento anni, il Weimaraner è verosimilmente il più antico dei cani da ferma tedeschi.

Il Carattere

Nobile, esclusivo, elegantissimo ma allo stesso tempo rustico, facile da addestrare ed affettuosissimo, questo è il Weimaraner.

E’ un cane da caccia aristocratico, dalla muscolatura equilibrata, che trasmette una sensazione di grazia ed equilibrio.

A differenza di tutti gli altri cani da caccia i Weimaraner, alle origini, erano gli unici ammessi all’interno ed avevano uno stretto rapporto con i loro padroni, da qui il suo ancestrale attaccamento al proprietario che si manifesta non solo nella sua necessità di avere con l’uomo un rapporto stretto e costante ma anche con la capacità di fungere da cane da guardia (senza per questo essere mai aggressivo o mordace)

Il suo aspetto nobile ed elegante, il suo mantello grigio cangiante, i suoi occhi ambra dolci ed espressivi, lo stupendo carattere e la facilità di addestramento lo stanno facendo sempre più apprezzare in tutto il mondo anche come cane da famiglia ma non si deve mai dimenticare, quando si pensa al Weimaraner, che stiamo parlando di un cane da caccia di taglia medio grande e quindi di un atleta nato per lavorare.

E’ pertanto fondamentale impartire già al cucciolo una corretta educazione, trascorrervi parecchio tempo e dargli la possibilità di un esercizio fisico adeguato.

L’intervista all’allevatore

il Weimaraner

Rustico ed allo stesso tempo elegante, il Weimaraner è uno dei cani da ferma più belli ed apprezzati dagli amanti del genere.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Cane da caccia da media a grossa taglia. Tipico cane da lavoro, di belle forme, nervoso e con forti muscoli. Dimorfismo sessuale facilmente distinguibile.

 

PROPORZIONI IMPORTANTI

• Lunghezza del corpo/altezza al garrese: circa 12/11
• Proporzioni per la lunghezza della testa: un po’ più lunga dal tartufo allo stop che dallo stop alla cresta occipitale
• Proporzioni dell’anteriore: la distanza dal garrese al gomito è quasi uguale a quella dal gomito a metà metacarpo.

 

TEMPERAMENTO E CARATTERE

Versatile, facile da addestrare, vigoroso e appassionato cane da caccia. Tenace nella circa sistematica, ma non troppo vivace. Di ottimo fiuto.
Svelto nel rintracciare la selvaggina e altre prede, come pure nel compiere il lavoro dell’uomo, ma mai aggressivo.
Affidabile cane da ferma e di lavoro nell’acqua. Notevole inclinazione al lavoro dopo lo sparo.