LE ORIGINI

Il Welsh Terrier è una razza che ha un notevole passato come cane da lavoro; è forse un po’ meno esuberante di qualche altro terrier.

Come molti cugini, era originariamente usato per cacciare la volpe, il tasso e anche la lontra.

Il Welsh e il Lakeland Terrier, che hanno considerevole somiglianza, possono aver avuto un’origine comune ai tempi che precedettero l’invasione della Britannia da parte dei Romani, quando i Celti, che possedevano questi cani, si ritirarono sulla montagne del Welsh e nel Lake District.

Non ufficialmente il Welsh Terrier era presente nelle sue terre già a inizio ‘800, l’esordio ufficiale in esposizione però è del 1880, subito dopo è stato fondato il primo Club di razza che ha di certo dato una mano ad ottenere nel 1886 il riconoscimento dal Kennel Club inglese.

Il Carattere

Tipico rappresentante dei terrier, il Welsh Terrier mostra un carattere coraggioso che non conosce pari tra i suoi cugini.

Grintoso fino all’incoscienza, ha bisogno di essere bene educato e socializzato.

Anche se si ricicla da cane da compagnia senza problemi, pur essendo da caccia, il Welsh Terrier è comunque un cane molto dinamico.

Quindi necessita di lunghe uscite, ma anche avere su di sé l’attenzione e poter essere parte attiva nella vita della famiglia.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Brillante, laborioso, ben proporzionato e compatto.

 

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Affettuoso, obbediente e facile da gestire. Allegro e vivace, raramente di natura timida. Sportivo e coraggioso ma decisamente non aggressivo, sebbene sempre capace di difendersi quando è necessario.