LE ORIGINI

Nella seconda metà dell’800 la contea dello Yorkshire era divenuta un centro importante per l’industria tessile. Gli operai portavano i loro piccoli terrier a pelo lungo al lavoro, affinché cacciassero i topi che arrecavano molti danni alle balle di lana.

Nello stesso periodo, i minatori dello Yorkshire si comportavano allo stesso modo utilizzando questi cani per scacciare i topi all’interno delle miniere di carbone.

Grazie alle loro piccole dimensioni e alla loro agilità potevano facilmente entrare nelle gallerie più strette e cercare nelle evenienze e in caso di pericolo, minatori in difficoltà.

Oggi chiaramente non si richiede più allo Yorkshire di cacciare i topi, ma sicuramente l’attitudine a questa attività, propria di questa razza, non è cambiata.

Il Carattere

Nonostante la statura è a tutti gli effetti un terrier, quindi dotato di grande vitalità, brioso, vispo e allegro, nonché molto giocherellone e di buona compagnia. Ama i divani e le comodità, le coccole e la compagnia.

È un cane docile e si abitua alla vita in famiglia, ama ogni membro di essa, ma nello stesso tempo può essere leggermente aggressivo con altra gente, soprattutto sconosciuti (ai quali abbaia senza farsi molti problemi). Proprio per questa caratteristica può essere un valido guardiano.

Non presenta problemi a relazionarsi con altre specie domestiche.

L’intervista all’allevatore

lo Yorkshire Terrier

Piccolo, ma dal grande carattere, tanto da venire usato nella caccia. Ma è molto bravo anche nell'obedience così come nell'agility.

Lo standard di razza

ASPETTO GENERALE

Cane dal pelo lungo, che cade completamente diritto e uniforme sui due lati, con una scriminatura che si estende dal tartufo alla fine della coda.
Molto compatto e dalle linee nitide, tiene un portamento eretto che gli conferisce un’aria importante. Il profilo generale dà l’impressione di un corpo vigoroso e ben proporzionato.

 

COMPORTAMENTO E CARATTERE

Sveglio, intelligente cane terrier da compagnia. Allegro e di umore costante.

 

Testa - regione del cranio

Cranio: piuttosto piccolo e piatto, non troppo prominente o arrotondato.

Testa - regione del muso

Tartufo: nero

Muso: non troppo lungo

Mascelle/Denti: perfetta, regolare e completa chiusura a forbice, cioè con i denti superiori che si sovrappongono agli inferiori a stretto contatto e sono impiantati perpendicolarmente alle mascelle. Denti ben impiantati con mascelle regolari.

Occhi: di media grandezza, scuri, splendenti, con espressione di acuta intelligenza e posizionati per guardare bene in avanti. Non sporgenti. Rime palpebrali scure

Orecchi: piccoli, a forma di V, portati eretti, non troppo distanziati, coperti da pelo corto, di colore fuoco molto carico e intenso.

Collo

di buona estensione

Corpo

compatto.

Dorso: orizzontale

Rene: ben sostenuto.

Costole: moderatamente cerchiate

Coda

prima era generalmente tagliata

Tagliata: di media lunghezza, con tanto pelo di un blu più scuro che sul resto del corpo, specialmente alla fine. Portata un po’ più alta del dorso

Integra: tanto pelo, di un blu più scuro che su tutto il resto del corpo, specialmente alla fine della coda. Portata un po’ più in alto del livello del dorso. Il più diritta possibile. La lunghezza deve dare un aspetto ben proporzionato.

Arti anteriori

diritti, con pelo di un marrone rossiccio dorato, di qualche tono più chiaro alle estremità che all’attaccatura, ma che non si estenda più in alto del gomito

Spalle: ben oblique

Arti posteriori

del tutto diritti se visti da dietro, con moderata angolazione al ginocchio.

Pelo di un marrone rossiccio dorato, di qualche tono più chiaro alle estremità che all’attaccatura, ma non più in alto del ginocchio.

Piedi

rotondi, unghie nere

Andatura

sciolta con buona spinta; movimento diritto visto di fronte e di dietro, con la linea superiore sempre orizzontale.

Mantello - pelo

moderatamente lungo sul corpo, perfettamente diritto (non ondulato), lucido; di fine tessitura serica, non lanoso.

Lungo e ricadente sulla testa, di un fulvo rossiccio dorato, più intenso ai lati della testa, all’attaccatura degli orecchi e sul muso, dove dovrebbe essere molto lungo.

Il fulvo rossiccio della testa non deve estendersi sul collo, né alcun pelo antracite o scuro deve mescolarsi ai peli fulvi

Mantello - colore

blu acciaio scuro (non blu argento) dall’occipite all’attaccatura della coda, mai mescolato ai peli fulvi, scuri o color bronzo.

Sul petto è di un ricco fulvo brillante.

Tutti i peli fulvi sono più scuri alla radice che a metà lunghezza, sfumando verso le punte gradualmente ad una tonalità più chiara.

Peso

fino a 3,1 Kg.

Difetti

Qualsiasi deviazione dai punti di cui sopra dovrebbe essere considerata difetto, e la severità con cui va considerata deve essere in proporzione alla sua gravità, e sui suoi effetti sulla salute e sul benessere del cane.

Ogni cane che presenti chiaramente anomalie fisiche o comportamentali, sarà squalificato.